Menu

Laici del Focolare della Madre (L.H.M.)I L.H.M. hanno come scopo la santificazione dei loro membri per la gloria di Dio, sotto la protezione materna di Maria. Questa vocazione nasce nella Chiesa e al suo servizio. E i principi secondo i quali si muove emanano dal mistero di Cristo e del Suo Vangelo, come lo crede, lo interpreta e lo predica la Chiesa assistita sempre dallo Spirito Santo.

Spagna - 2011

monica-fernandez4

Conobbi il Focolare durante la Settimana Santa del 1997 a Priego (Cuenca, Spagna), quando avevo 17 anni. Fui invitata a quell’incontro da alcuni amici che appartenevano al Focolare, e mi recai lì per l’amicizia che mi legava a questi amici più che per motivi religiosi.

Ricordo che, anni prima, questi ragazzi mi avevano parlato delle loro sorelle che erano suore e che il loro fratello stava preparandosi per essere sacerdote, e per la verità l’immagine che mi facevo di loro era molto diversa dalla realtà. Mi immaginavo le loro sorelle suore con un abito marrone (ancora adesso non so perché avessi questa associazione di idee), grasse, basse e brutte. E il sacerdote me lo immaginavo anziano e molto serio.

monica-fernandez5Beh, quale fu la mia sorpresa quando, giungendo al monastero di Priego, vidi suore giovani con abiti bianchi volteggiare con grande grazia. Tutte mi salutavano con molta gioia e prestandomi grande attenzione, come se veramente interessasse loro ciò che dicevo loro. Questo lo dico perché disgraziatamente non è molto comune oggigiorno, sembra che non importi nulla a nessuno.

Anche i Servi richiamarono la mia attenzione, erano giovani e la verità è che di serio non avevano neanche l’ombra. Tutti sorridenti si relazionavano benissimo con i giovani.

Feci attenzione anche ai laici del Focolare, e vidi in loro qualcosa di speciale, qualcosa che non avevo mai conosciuto. Mi parlavano di santità, del fatto che andavano a Messa tutti i giorni, che recitavano il Rosario, ecc… e questo mi lasciò a bocca aperta. Credevo che questo non esistesse più al giorno d’oggi e che il fatto di pregare non era affatto attuale, era qualcosa di ormai superato.

monica-fernandez2E questa fu una delle tante scoperte che feci con il Focolare, che Dio è qualcosa di attuale e che è vivo, mi ama, e mi parla nel quotidiano. E si fa vicino, se lo desidero.

Ricordo quell’incontro della Settimana Santa come 4 giorni colmi di emozioni interiori, non cessavo di piangere perché non potevo credere a ciò che vedevo.

Il Focolare è stato per me e continua ad essere una famiglia con le braccia spalancate per accogliere tutti e invitarli ad avvicinarsi all’Amore di Dio. Il Focolare è uno strumento molto docile alla volontà di Dio, e questo è ciò che mi ha affascinato. È sempre attento a ciò che Dio può chiedere.

Nel Focolare si respira un’aria molto fresca e gioviale. Desideravo essere come loro per trasmettere Dio, come avevano fatto con me. Sapevo che il Focolare avrebbe fatto molto bene alla gente, e divenni cosciente che il Focolare ero anch’io e che dovevo essere Focolare là dove mi sarei trovata.

monica-fernandez6Durante l’incontro della Settimana Santa ci furono molti momenti di preghiera. Vedere l’amore con cui si recavano all’adorazione di fronte al Tabernacolo fu per me un dono di Dio. Comprendevo che nei religiosi era normale che pregassero con gusto, ma non avevo mai immaginato che un laico potesse mettersi in ginocchio e pregare a lungo.

Oltre a conoscere il Focolare, Dio pose un interrogativo molto grande in me. Sentivo che dovevo farGli posto nella mia vita, visto che era già entrato in essa. Da una vita senza una meta concreta, posso dire che la santità da allora è la mia unica meta.

monica-fernandez8E una volta che si scopre Dio, o meglio, quando Dio ti si rivela, la vita ha un altro sapore, ha un altro significato. Vedi la croce da un’altra prospettiva, e che ha senso nella vita di un cristiano, che la lotta per conquistare le virtù ha il suo significato, che il rifiuto del peccato ha il suo significato, che la vita soprannaturale ha il suo significato. Uniti a Dio tutto recupera il suo significato, e devo sempre essere grata al Focolare per avermi aiutato a scoprire questa meraviglia.

Suor Clare

Hermana Clare

«Lì c’è l’angelo a cui vogliamo tanto bene»

Stacy Larmoyeux (Jacksonville, Stati Uniti): Ciò che mi piaceva di più di Sr. Clare erano il suo sorriso e la sua capacità di rendere felici tutti coloro che la circondavano.

Reti sociali

Cerca

Choose Language