Menu

TestimonianzeGruppi Missionari del Focolare della Madre

Laura Vorholt

Laura Vorholt ha fatto il suo primo viaggio missionario in Ecuador nel marzo del 2013 con un gruppo di ragazze di varie università degli Stati Uniti. Dopo questa esperienza è tornata in varie occasioni.

Questa è la sua testimonianza sulla prima esperienza di missione:

laura-vorholt2Siamo volate a Guayaquil l’8 marzo. Lì ci aspettavano le suore per portarci alle case dove eravamo  alloggiate, presso delle famiglie che ci hanno aperto con generosità le loro case. Il giorno successivo, le suore hanno dato un ritiro al quale abbiamo potuto assistere. È stato un modo splendido di iniziare il nostro viaggio di missione, focalizzando la nostra mente e il nostro cuore in Dio. Nel pomeriggio abbiamo aiutato le suore a preparare dei lavoretti manuali per il campeggio che sarebbe iniziato il giorno successivo.

La domenica ci siamo recate al luogo in cui le suore di Chone e Playa Prieta stavano concludendo un  campeggio per ragazze. Abbiamo goduto della compagnia delle ragazze, che erano contentissime del campeggio. Abbiamo giocato con loro e poi c’è stato un tempo di preghiera di fronte al Santissimo Sacramento. Più tardi il campeggio si è concluso con la celebrazione della Santa Messa, in seguito abbiamo mangiato e ci siamo recate a Chone. Quella sera abbiamo mangiato “fritada”, un piatto tipico ecuadoriano, e abbiamo giocato con le ragazze e le candidate.

Il martedì, dopo l’adorazione, abbiamo portato dei materassi a una famiglia molto povera. È stata una vera e propria avventura, visto che pioveva e abbiamo dovuto portare i materassi su una collina piena di fango. Più tardi abbiamo visitato la Tenuta Maria Elisabetta, dove alcune zone erano inondate per la pioggia. Abbiamo visto le mucche, i maiali e i polli. Quello stesso giorno abbiamo visitato pure il quartiere Jorge Gallardo per parlare alle famiglie sulla devozione al Sacro Cuore di Gesù e per incoraggiarle a fare i primi 9 venerdì del mese.

Il mercoledì abbiamo ricevuto con grande gioia la notizia della fumata bianca e abbiamo visto con entusiasmo l’annuncio dell’elezione del nuovo Papa Francesco, e abbiamo ricevuto la Sua benedizione. Poi siamo andate a Messa a Playa Prieta e abbiamo aiutato a preparare delle ceste di cibo per le famiglie povere.

laura-vorholt1Il giovedì abbiamo distribuito le ceste che avevamo preparato il giorno precedente e abbiamo potuto conoscere tutte le famiglie che i GMHM sostengono. Abbiamo cercato di portare loro la gioia cantando e parlando con loro. Al ritorno le suore ci hanno mostrato la scuola di Playa Prieta e abbiamo cenato con loro. Durante la cena ci hanno raccontato della missione che avevano fatto nel El Puyo. Poi alcune di noi si sono unite al primo turno di adorazione del Santissimo Sacramento, visto che le suore avrebbero fatto dei turni di veglia durante la notte.

Il venerdì, dopo la colazione e dopo l’adorazione, abbiamo aiutato a togliere le erbacce dall’orto. Poi abbiamo fatto le nostre valigie per andarcene a Guayaquil. Lungo la strada ci siamo fermate al Santuario di Santa Narcisa di Gesù, una santa ecuadoregna il cui corpo riposa lì incorrotto. Siamo arrivate a Guayaquil di sera, la nostra ultima sera in Ecuador, visto che la mattina successiva saremmo volate di ritorno negli Stati Uniti.

Questi giorni in Ecuador sono stati una grazia immensa per tutte noi. Il Signore e nostra Madre hanno riversato le loro grazie in modo ammirabile in ognuna di noi. Siamo arrivate a casa con la voglia di tornare in Ecuador e, nel frattempo, con la voglia di vivere ciò che il Signore ci chiede ogni giorno.

Suor Clare

Hermana Clare

Una vita piena

Peter Gallagher ( Stati Uniti ): Indipendentemente dalle circostanze, ella- per la grazia di Dio- assolveva obbedientemente i vari compiti...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok