Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

“Mini-pellegrinaggio” da Mitchelstown, Irlanda

minipere larga

Pellegrinaggio di ragazze in Irlanda dal 20 al 22 febbraio 2019.

minipere1Durante la settimana del ponte che avevano le scuole in questa parte dell’Irlanda, la comunità di Mitchelstown ha potuto realizzare un “mini-pellegrinaggio” con un gruppo di ragazze delle superiori tra il 20 e il 22 febbraio. È stato il primo pellegrinaggio che si è potuto organizzare da qui ed è stata un’esperienza molto bella per tutte le partecipanti.

La mattina presto di mercoledì 20 febbraio è arrivato un gruppetto di ragazze. Siamo state tutte a Messa nella parrocchia di Mitchelstown e immediatamente dopo abbiamo incominciato l’avventura viaggiando né più né meno che a Knock, dove era apparsa la Vergine Maria. Così abbiamo iniziato il nostro pellegrinaggio nel modo migliore: dalla mano di nostra Madre. A Knock nostra Madre ci ha regalato uno splendido sole da quando siamo arrivate fino al pomeriggio quando ce ne siamo andate. Abbiamo avuto un giorno pieno, completo, con la visita alla Madonna, confessioni, adorazione del Santissimo, pranzo, tempo per vedere tutto e persino un momento meraviglioso per cantare dei canti davanti alla Cappella dell’apparizione. Questo gruppo di ragazze era molto musicale: c’era una ragazza che suonava la chitarra, un’altra l’ukulele e molte voci energiche.

Il giorno seguente, il giovedì, dopo colazione ci siamo spostate direttamente a Cobh, una piccola “isola” nel sud dell’Irlanda, dove si trova la cattedrale della nostra diocesi di Cloyne. Che vista magnifica! La cattedrale, che è di fianco all’acqua, certamente indica al cielo. Abbiamo avuto lì la Messa al mattino e dopo abbiamo visto l’arte che contiene, con un dettaglio in ogni angolo. È come una catechesi grafica.

minipere2

Da lì siamo andate al convento delle Benedettine, che non è molto lontano. Le suore (che sono della Congregazione delle Adoratrici del Sacro Cuore di Gesù di Montmartre) ci hanno ricevuto con molto affetto. Abbiamo avuto il tempo per stare con Gesù Sacramentato, e dopo la Madre ci ha parlato della loro fondatrice, Madre Adele Garnier, e della loro spiritualità, dando molti e buoni criteri alle ragazze. Abbiamo potuto venerare lì una reliquia di Sant’Oliver Plunkett, vescovo e martire. Abbiamo mangiato, le suore ci hanno offerto il tè e prima di andarcene non poteva mancare il nostro momento di cantare dei canti con loro. È stata un’occasione molto buona per dare testimonianza, sia le suore a noi con le loro parole e il loro esempio, sia le giovani alle suore con la gioia e i canti.

Di ritorno a casa, abbiamo tirato fuori tutta la nostra energia giocando a palla nel giardino mentre preparavamo la cena. Dopo siamo andate a casa di una nostra amica del paese per cenare con lei. Dopo una conversazione molto proficua, abbiamo pregato il rosario accompagnato da canti. Quando siamo tornate a casa nostra abbiamo avuto una bella Ora Santa con Gesù prima di andare a letto.

minipere3

L’ultimo giorno del nostro “mini-pellegrinaggio”, il venerdì, lo abbiamo passato nella città di Cork. C’è stato un momento di preghiera e la Messa nella Chiesa dei domenicani, poi siamo andate dal nostro caro “Benedictus Bookshop”. Abbiamo mangiato e abbiamo visitato il Centro di Nano Nagle, la fondatrice delle Suore della Presentazione. Lì è sepolta Nano Nagle e c’è un museo completo sulla sua vita.

Dopo siamo tornate alle macchine e siamo andate a Blarney, un villaggio vicino a Cork dove le Missionarie della Carità hanno una casa per uomini che si curano dalle dipendenze. Ci hanno ricevuto due missionarie che avevano vissuto con Madre Teresa di Calcutta e ci hanno raccontato molte cose su di lei. È stata una benedizione poter venerare una reliquia della Santa e pregare un attimo nella cappella delle Missionarie. E, come sempre, abbiamo terminato cantando!

Alla fine, di nuovo a casa, mentre cenavamo con una pizza buonissima, le ragazze hanno raccontato le loro esperienze prima che i loro genitori venissero a prenderle. Per tutte era stato molto bello, dalle visite ai diversi luoghi ai momenti durante i quali si è parlato e si è ballato insieme, e ovviamente il pellegrinaggio è stato un’occasione per crescere nel rapporto con il Signore e con nostra Madre.

Che Essi facciano crescere i semi che sono stati piantati durante questi giorni, e ci diano molte opportunità per essere Loro strumenti per le anime!

Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Cambiare costa e lottare stanca!

Karolina Vera: È una lettera che Sr. Clare mi consegnò sabato 9 aprile 2016, proprio una settimana prima del terremoto.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok