Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Pellegrinaggio In Irlanda

peregrinacion irlanda

Pellegrinaggio con ragazze dall'Italia in Irlanda, dal 21 al 25 aprile 2019.

peregrinacion irlanda

Domenica 21 aprile, con la gioia di Cristo Risorto, alle 21.55 siamo partite per l'Irlanda un gruppo di 13 ragazze di Lumezzane e Sarezzo, della provincia di Brescia, e di Brignano e Lurano, della provincia di Bergamo, insieme a due Serve del Focolare della Madre. All'areoporto di Dublino sono venute a prenderci le Serve della comunità di Roscommon. Sarebbero stati quattro giorni intensi, pieni di molte esperienze e soprattutto di vicinanza a Sr. Clare, che era la meta più attesa del nostro pellegrinaggio.

Abbiamo iniziato il primo giorno ponendoci sotto la protezione di nostra Madre, nel Santuario della Madonna di Knock, patrona d'Irlanda. Sebbene siamo andate in Irlanda consapevoli che il clima è prevalentemente piovoso e nuvoloso, il Signore ci ha accolto, quel primo giorno, con un grande sole e una temperatura calda. Ci siamo godute un bel momento, abbiamo visitato il santuario e abbiamo pregato davanti all'immagine di nostra Madre. Poi a mezzogiorno siamo partite per Castlebar, per avere lì la S. Messa e poi il pranzo. Nel pomeriggio abbiamo seguito le orme di San Patrizio, e, con non poca titubanza, ci siamo lanciate verso la cima di Croagh Patrick, la montagna più alta d'Irlanda, situata nella contea di Mayo, con un'altitudine di 764 m, la famosa montagna dove San Patrizio è stato per 40 giorni e 40 notti. Arrivare in cima è stato un regalo perché, nonostante la fatica e la difficoltà, quasi tutte abbiamo potuto salire e goderci la pace e la bellezza del paesaggio che si può vedere da lì. Poi toccava la discesa, che non era meno difficile. Ma siamo tornate tutte con un cuore pieno di molti insegnamenti sui quali abbiamo potuto riflettere durante la camminata e con grande gratitudine verso il Signore per il giorno vissuto.

perealsur2

Martedì, dopo aver assistito alla S. Messa nella parrocchia delle suore, a Roscommon, siamo partite in direzione dell'Irlanda del Nord, verso Derry, la città di suor Clare. Abbiamo visitato la sua tomba al cimitero e, dopo un momento di preghiera silenziosa, abbiamo pregato il Rosario, cantato e offerto molte intenzioni, affidandole molte persone che portavamo nei nostri cuori. Abbiamo affidato a suor Clare tutto il Focolare della Madre, in particolare i giovani e il Focolare della Madre in Italia, oltre alla comunità delle Serve del Focolare della Madre. È stato un momento molto speciale, in cui siamo state profondamente commosse dalla vicinanza con Sr. Clare. Ma dovevamo tornare a casa a Roscommon, perciò l’abbiamo salutata e siamo andate a visitare la sua parrocchia, per conoscere la città di Derry e godere di una cena cinese grazie all'ospitalità di un nostro amico,Thomas Gallagher, membro dei laici del Focolare. Infine siamo tornate a casa, dopo un’altra lunga giornata piena di esperienze.

Mercoledì sarebbe stato il nostro ultimo giorno "vissuto al massimo" in Irlanda. E non poteva non succedere: ha piovuto e abbiamo vissuto il tipico clima irlandese: pioggia, nuvole e freddo. Abbiamo trascorso la giornata a Roscommon, partecipato alla S. Messa in parrocchia, abbiamo visitato la cappella dell'adorazione perpetua che le Serve di Roscommon hanno recentemente ristrutturato con alcuni parrocchiani, abbiamo fatto un po' di adorazione davanti al Santissimo Sacramento e siamo tornate a casa "affidando" al gruppo delle ragazze il compito della preparazione di un grande pranzo italiano. Nel pomeriggio le ragazze sono uscite per visitare la città di Roscommon, munite di ombrelli per ripararsi dalla pioggia, e al loro ritorno a casa abbiamo concluso il pellegrinaggio con una veglia di adorazione.

peregirnacionirlanda3

La sera abbiamo avuto una cena eccellente e un festival. Quella notte abbiamo dormito molto poco, perché ci aspettava la strada verso l'aeroporto per prendere il volo di ritorno in Italia, ma eravamo così felici che non ci siamo rese conto della stanchezza, dei disagi, ..., a cui si va incontro.

Rendiamo grazie al Signore e a nostra Madre per tutto quello che ci hanno permesso di sperimentare; a Suor Clare, per averci accolto alla sua presenza. Un grande "grazie” lo rivolgiamo anche alla comunità delle Serve in Irlanda e ai sacerdoti che ci hanno assistito in quei giorni.

Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Cambiare costa e lottare stanca!

Karolina Vera: È una lettera che Sr. Clare mi consegnò sabato 9 aprile 2016, proprio una settimana prima del terremoto.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok