Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Categoria: Febbraio

Il gruppo di signore del Focolare della Madre di Alcalá de Guadaíra (Sevilla) ha organizzato un mercatino per raccogliere fondi per i nostri Gruppi Missionari.

Un’iniziativa pensata da tempo, che si è svolta di domenica, quando molte famiglie hanno fatto visita al Santuario della Vergine dell’Aquila, patrona della città, per presentare i bambini alla Vergine Nostra Madre. Interessanti i preparativi, con cose da cucire, materiale da cercare per venderlo, idee da dare, pensare a come disporre tutto nella migliore maniera, stabilire i prezzi, pregare perché facesse buon tempo…

Arrivato il giorno, tutte si sono messe a lavoro come formiche per disporre le tavole e collocare la merce… tra sorrisi, scherzi, e anche qualche attimo di nervosismo. Tutte però disposte a lavorare per i fratelli più poveri, che hanno sentito come propri.

“Vivere per portare la benedizione”, questa è stata la frase che compariva nel cartello a presidio del mercatino. Ed è stato vero, perché alla fine tutte sono andate via piene di gioia per aver potuto fare qualcosa per il Signore e Nostra Madre. 

 

Non c’è cosa migliore per considerare propria un’opera, che lavorare e soffrire per essa. E così è stato. Freddo, dolori di piedi, vergogna… però tutto è stato superato grazie all’amore e alla generosità… Hanno donato i propri soldi, il proprio tempo e la propria salute, ma la cosa più importante che hanno fatto e che hanno dato a loro stesse - e per la quale Dio le ha benedette – è stata la gioia e la pace del lavoro fatto per Lui; hanno ricevuto la ricompensa perché non cercavano nulla in cambio.

Un successo sotto tutti i punti di vista, tanto che già si è pensato a quando organizzare il successivo mercatino. Al termine della giornata le signore sono entrate nel Santuario a rendere grazie alla Vergine e per una foto di gruppo. Una di loro ha commentato: “ho chiesto alla Vergine di poter continuare a servirla”.

 

Dio renda loro tutto il lavoro che stanno facendo per Lui e per i fratelli perché “neppure un bicchiere d’acqua dato nel mio nome resterà senza ricompensa”.

Album fotografico

{jcomments on}

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok