Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2012

Marcia alla “Cruz de la Degollá”

MarchaIl primo maggio, le Serve del Focolare della Madre abbiamo organizzato una marcia alla “Cruz de la Degollá”, a Priego (Cuenca, Spagna). Si tratta di una grande croce situata nell’alta catena montuosa di Cuenca, nel paese di Priego. Ci sono molte leggende legate al nome di questo luogo, ma per i più giovani è legato alla sfida nel salire la montagna. Alcune ragazze del paese non vedevano l’ora di salire e continuavano a chiedercelo da mesi, così finalmente abbiamo trovato un giorno per la marcia.

Eravamo in sette: cinque ragazze, una candidata e una suora. C’è anche una via dove si può salire con la machina ma noi volevamo farcela a piedi, cosi che alcuni giorni prima ci siamo informate sul sentiero, nascosto, da dove si poteva salire più in fretta.

Marcha por la montañaSiamo rimaste a casa fino alle dodici per la recita del Regina Coeli, poi abbiamo raggiunto in macchina i piedi della montagna.

Abbiamo iniziato la scalata alle 12:30 con grande entusiasmo; all’inizio è stato molto facile, perché dovevamo semplicemente seguire il sentiero, ma a un certo punto il sentiero è sparito ed è li che è cominciata la parte difficile.

Per le ragazze è stato un momento molto emozionante: alcune volevano scalare le rocce, alcune invece no, però era molto bello vedere come s’incoraggiavano una con l’altra e cosi tutte si sono lanciate nell’avventura, perché realmente è stata una vera avventura.

PaisajeQuando siamo arrivate quasi a metà della montagna, in un ripiano abbiamo approfittato per fermarci e contemplare il paesaggio e fare una chiacchierata con le ragazze sulla creazione. Le abbiamo chiesto di pensare perché Dio ci ha regalato tutte le meraviglie che Lui ha creato, e domandarsi perché e per cosa noi siamo qui. Le ragazze hanno risposto che era perché Dio ci ama anche se siamo cattivi e non ci meritiamo queste cose, ma anche che non avevano pensato al motivo per il quale erano lì. Ci hanno promesso che se lo sarebbero chiesto a partire da allora e le abbiamo incoraggiate a non aver paura di soffrire perché il Signore ci ama infinitamente e ci redime con la Sua grande misericordia.

Palo de la cruz

Terminato questo dialogo, abbiamo continuato il nostro cammino con molto più entusiasmo, perché in questa seconda parte ognuna ha messo una intenzione e ha offerto quello che restava della marcia.

Cosi ci siamo lanciate a scalare le rocce per arrivare alla meta. È stato un po’ difficile pero c’è l’abbiamo fatta.

Arrivate su, abbiamo scoperto che la croce non c’era più. Non sappiamo quello che è successo esattamente, ma lì è rimasto solo un pezzo del pallo verticale. Siamo state contente ugualmente e siamo rimaste li a contemplare la vista mozzafiato. Abbiamo mangiato e ci siamo messe subito in cammino per il ritorno, visto che alcune nuvole minacciavano pioggia. Nel ripiano dove abbiamo fatto la chiacchierata, siccome era uscito il sole, ci siamo nuovamente fermate per recitare un mistero del Rosario con canzoni, e di nuovo abbiamo ripreso la nostra discesa. Abbiamo continuato a cantare in macchina e abbiamo terminato la nostra marcia ringraziando Dio per tutte le meraviglie che ha creato per noi.

 

Album fotografico  {jcomments on}

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Persa in ospedale. Persa?

Sr. Kelai Reno : Suor Clare ed io percorrevamo il corridoio dell’ospedale, cercando di orientarci, quando, improvvisamente, vedemmo venire...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok