Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Categoria: Luglio

 sentadasQuest’estate, come sempre, abbiamo realizzato un incontro estivo con i giovani in un paesino di Leòn chiamato Peranzanes. Hanno partecipato 45 ragazze provenienti da ogni parte della Spagna, di età compresa tra i 7 ei 18 anni, e si è svolto dal 18 al 28 di luglio. Ma non è stato un campo qualsiasi. No, no. È stata una vera esperienza di sopravvivenza.

Ci sono tante persone, soprattutto giovani, che sembra come se vivano la vita semplicemente sopravvivendo, facendo lo stesso tutti i giorni, senza accorgersi di qual è la vita vera: l’unione intima con Dio. Per questo decidemmo che il motto del nostro incontro fosse “Superviventi”, perché non basta sopravvivere come fanno i più. Dio ci ha dato la vita per viverla al massimo, per “Superviverla”. Abbiamo così deciso di lasciare la mediocrità da una parte per vivere intensamente per il Signore, come hanno fatto tanti Santi e Martiri. Abbiamo scoperto in questi giorni come essere supervissuti nella vita spirituale, crescendo nelle virtù e nella Grazia di Dio, lasciando a Lui la guida delle nostre vite.

banderasIniziammo ogni giorno con le nostre preghiere davanti all’albero, sollevando la bandiera della Spagna insieme a quella di Nostra Madre, cantando l’inno del campo dedicato a Lei, il capo del nostro campo e regine dei nostri cuori. “Nostra Madre, Nostra Regina, sei la Madre di Dio. Alziamo la nostra bandiera e con essa il nostro cuore. Madre, Regina, noi ci prostriamo ai tuoi piedi. Ti doniamo la nostra vita, Madre, non rifiutarla. Madre, Regina, nel cammino verso Gesù tracciaci sempre la strada, perché tu sei la nostra luce”.

superviviente

Si decidevano poi gli incarichi del giorno, si diceva il motto, il Santo, la virtù del giorno e infine VIA a vivere il giorno con animo e compiendo tutte le attività che Nostra Madre aveva preparato per noi!

Abbiamo detto superviventi? Si. Ogni tanto veniva il “supervivente”, un personaggio misterioso con un cappellino mimetico – in realtà si trattava di una suora con un travestimento – per darci una lezione di vita: come fare per orientarci secondo la posizione del sole, che fare se ci si trova in una tenda che sta bruciando, proponendo sfide e prove per testare il nostro stato d’animo e vedere se meritavamo il titolo di “superviventi”, facendoci attraversare i fiumi gelati della montagna, etc. 

 

misa

Una mattina venne per avvisarci delle cospirazioni dei campi nemici per distruggere il nostro incontro estivo. Ci diede una mappa e alcune piste per trovare la “salvezza”. Uscimmo correndo a tutta velocità per cercare il nostro cibo per il cammino ( scatole di cartone nascoste per il paese, piene di cioccolata, caramelle e gallette) e uscimmo per recarci a destinazione, il santuario della Vergine di Trascastro, dove incontrammo la nostra salvezza. La migliore salvaguardia della nostra vita sarà sempre la Vergine Maria. Lei ci attendeva con uno scapolare gigante. E li ci aspettava anche il “supervivente”, con panini col salame e bevande per tutte!

E chiaro, non sarebbe un incontro estivo HM senza la formazione spirituale per le accampate. Avemmo la fortuna di tenere il Santissimo presente con noi nella chiesa del paese durante tutto il campo e in più tenemmo il Padre Rafael con noi perché ci insegnasse a pregare con dei brevi punti di meditazione tutte le mattine, poterci confessare, partecipare alle nostre assemblee e celebrare la messa tutti i pomeriggi.

Così, non solo fu stupendo questo campo, ma tornammo formate come le donne cristiane che il Signore spera, per dare testimonianza di Lui in questo mondo tanto bisognoso del suo amore.

Tutti i giorni ci aspettavano nuove avventure: sport, giochi, lavoretti, canzoni, marce, lezioni di inglese, fuochi nel campo, guerra ad acqua, prove di sopravvivenza, nuove amicizie e la vicinanza con il Signore e con Nostra Madre. Finimmo il campo stanche, ma molto felici. Siamo uscite con un animo forte per continuare ad essere “superviventi” e con la voglia di tornare l’anno prossimo!

 

Album fotografico

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok