Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2012

Campo per ragazzi a El Bierzo

antorchasSiamo già tornati dal campo estivo organizzato dal Focolare della Madre per i ragazzi, svoltosi a Leòn.

cartel

Questi raduni, ogni anno si convertono in un grande evento nella vita di coloro che hanno l’opportunità di parteciparmi. Si tratta di un’attività indimenticabile, che lascia in ciascuno un’impronta profonda, sia a livello umano che spirituale.

Sono oltre 30 anni che il Focolare realizza incontri di questo tipo, e senza dubbio sono molti i frutti per il Vangelo che conosceremo soltanto diffusamente nel cielo (dove amplieremo questa notizia).

Quest’anno ci siamo riuniti a El Bierzo, Leòn, in località Peranzanes, in compagnia di circa 50 giovani di 5 nazionalità. C’erano anche molte facce nuove e abbiamo goduto di un ambiente molto bello e di pasti molto ricchi.

 

campo

Abbiamo condiviso la varietà di talenti che Dio ha riunito tra i giovani attorno al fuoco del campo: con scenette, barzellette, trucchi, teatrini e canzoni che mettevano in risalto l’ingegno e la destrezza di ognuno, per arricchirci e divertirci tutti.

Abbiamo potuto godere appieno dello spettacolo della natura che ci circondava, impervia in tutte le sue salite e rocce, che sembravano insuperabili fino a quando non riuscivamo a superarle. Ciò è avvenuto anche il giorno in cui ha cominciato a piovere e il cielo si è riempito di nubi, giusto sulla cima di Puerto Carral, durante il meraviglioso percorso con vista sulle nostre tende. Pioveva così tanto ed eravamo così lontani, che non sapevamo se esisteva la possibilità di fare un pronto ritorno al campo. 

 

vista

Allora ci siamo detti: “Che facciamo nei 5 minuti che mancano prima che termini la tempesta?” E la risposta unanime fu: “Pranzare!”. Ed è successo qualcosa di incredibile: c’è stata la benedizione del cibo, canti a Dio e a Nostra Madre, offrendo loro la pioggia che cadeva, tutti uniti senza lamenti…; improvvisamente, senza rendercene conto, le nuvole sono scomparse, il cielo si è aperto e abbiamo cominciato a scendere, ringraziando Dio che ci ha guardato come ai giovani della GMG di Madrid 2011 a Cuatro Vientos con Benedetto XVI sotto quattro ombrelli. Lo ricordate? Lì i giovani avevano cantato Ave Maria e: “Non importa, noi siamo qui con il Papa!”. Anche noi abbiamo cantato a Maria e Lei ci ha protetti a Leòn e ci proteggerà sempre quando la invocheremo con fede e senza lamentarci, proprio come quel giorno a Puerto Carral.

Disputammo inoltre una gimkana nel bosco, con prove nascoste e segnali che guidavano in vari percorsi differenti squadre, una corsa contro il tempo dove non solo contava la velocità, ma anche l’ingegno nel risolvere i vari enigmi nascosti.

 

valla

Abbiamo goduto di vari momenti di gioco con il pallone in differenti paesi, a Peranzanes ad esempio, e durante le varie camminate nei prati, fino ad una volta in cui abbiamo giocato nel prato dove erano installate le nostre tende. Senza dubbio, quelli con maggiore successo furono i giochi notturni, i bagni nel fiume della montagna e le esplorazioni di mulini e cascate attraverso gli stretti canyon creati tra gli alberi lungo i fiumi. Queste improvvisate risalite contro corrente si trasformavano in autentiche marce lungo il prezioso fiume di Bierzo.

Quest’anno inoltre c’è stata una sorpresa, una novità che fu accolta benissimo: l’insegnamento base dell’inglese. Ogni giorno si trovava un momento per lavorare in piccoli gruppi dai 5 agli 8 accampati insieme ad un Servo nativo degli Stati Uniti o dell’Irlanda. Ci siamo così dedicati alla pratica del “Listening and speaking English”.  Con professori nativi e attraverso le conversazioni, concorsi, canzoni, storie, racconti, sfide e attività, che si facevano durante quelle che potremmo chiamare lezioni, abbiamo imparato una nuova lingua in modo divertente e agli accampati è piaciuto molto. In mezzo alla natura si apriva così nell’orizzonte del Bierzo “To the English culture”.

 

marchaAbbiamo contato inoltre sulla presenza di Gesù, il Signore, il Figlio di Dio, durante il nostro incontro. È stato un onore per noi ricevere la sua benedizione ogni giorno attraverso l’Eucaristia, ascoltare e meditare la sua parola nella preghiera e accompagnare sua Madre nel Rosario, incluso in un rosario notturno con le fiaccole – sfortunatamente le fotografie sono venute tutte mosse – così che la memoria resta impressa e nascosta nei cuori di quanti ebbero la fortuna di partecipare all’incontro. Se volete vederlo….venite con noi il prossimo anno!

Album fotografico

 

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Suor Clare e i cristiani perseguitati

Karolina Vera : Sr. Clare stava vivendo come una vera cristiana, morendo ai suoi gusti e desideri. Mi disse che avevamo una grande...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok