Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Categoria: Luglio

grupoCampo estivo per ragazze a Mollina, Malaga (Spagna), dal 6 al 13 luglio 2013.

Dal 6 al 13 luglio 2013, noi Serve del Focolare della Madre siamo andate al campo estivo a Mollina, Malaga. Eravamo in totale, tra bambine e ragazze, animatrici, cuoche e 5 suore, un’ottantina. Il campo estivo ha avuto luogo nella “Casa di pace”, una casa grande con una piscina stupenda per spegnere il caldo.

Per la maggior parte delle ragazze era una nuova esperienza stare in un campo estivo e lontano dalle loro case, anche se molte di loro avevano partecipato agli incontri che noi suore organizziamo ad Alcalá de Guadaíra (Siviglia) una volta al mese.

eucaristiaArrivammo sul luogo con molto entusiasmo e con voglia di iniziare. La prima cosa fu dare alcuni avvisi per vivere bene questi giorni, con un cuore aperto al Signore e alla Vergine Maria, generoso, gioioso e disposto ad imparare. Le dividemmo in unità e ogni gruppo scelse il proprio nome e fece una piccola canzone.

Iniziavamo la giornata salutando il Signore e la Madonna, nostra Madre, e pregandoLi di rimanere con noi tutto il giorno. I momenti di orazione sono stati una grazia per le ragazze. Tutte le mattine c’era l’esposizione del Santissimo, che aiutò molte di loro a  imparare il valore del silenzio e della presenza reale di Gesù Cristo nell’Eucaristia.

C’erano giochi, lavoretti manuali e altre attività come usare palloncini modellabili, imparare canzoni, ecc. Oltre a ciò non potevano mancare i turni di piscina.

limpiandoUna delle cose che piacque maggiormente a tutte è stato il dover fare i mestieri di pulire la casa, i bagni, lavare i piatti, lavare i vestiti... Molte di loro hanno superato se stesse mangiando del cibo che non piaceva loro o che non avevano mai assaggiato prima.

Verso la metà della settimana facemmo un’uscita per visitare la città di Antequera. Prima andammo a Menga, per vedere l’insieme dei dolmen più grandi d’Europa, alla periferia della città. Poi visitammo la Chiesa del Carmelo nella quale si recò San Giovanni della Croce e alcune altre chiese, concludendo la nostra visita con la Messa nell’eremo di Nostra Signora de los Remedios.

Durante il campo estivo si notava come le bambine cambiavano e facevano piccoli sforzi per pensare maggiormente negli altri che in se stesse. Le riunioni per gruppi aiutavano tutte noi a riflettere sulle cose che il mondo ci offre, che non sempre sono buone, e a scoprire la necessità della vita interiore.

Le giornate del campo estivo volavano, e ben presto giunse l’ultimo giorno, ma in realtà il campo estivo inizia adesso. Adesso che torniamo a casa nostra dobbiamo mettere in pratica tutto ciò che abbiamo imparato.

Alcune testimonianze:

grupo 2Mi è piaciuto moltissimo. Ho superato una cosa che mi costava molto, che è stato dormire da sola, visto che prima io sempre dormivo con mia madre. Ciò che mi è piaciuto maggiormente è stata  la relazione con le suore e la gincana con gli scivoloni sull’acqua e sapone.
-Lucia Benítez Gil, 8 anni.

Il campo estivo mi è piaciuto moltissimo perché abbiamo fatto molti giochi, ci siamo bagnate nella piscina, siamo state con Gesù, il Signore, e con la Madonna. Mi è piaciuto molto.
-
Nazaret Galán, 10 anni.

La mia esperienza è stata molto buona e il campo estivo mi è piaciuto moltissimo, tanto che non volevo che finisse e desidero già potervi andare l’anno prossimo. Mi è piaciuto molto perché ho imparato a pregare, e siccome non sono battezzata inizierò la catechesi per poter essere battezzata. Mi hanno dato il premio per la gioia.
-Nazaret González, 13 anni.

banderaIl campo estivo mi è piaciuto moltissimo, mi ha aiutato ad essere una cristiana migliore. Ho fatto delle amicizie molto buone. L’esperienza è stata molto buona, perché sono migliorata.
-Mari Carmen García, 14 anni.

È stato fantastico e per me è stata un’esperienza unica e meravigliosa. Nel campo estivo ho imparato molte cose: a convivere con gli altri e ad essere buona.
-Sara Ruth, 10 anni.

Mi è piaciuto molto perché mi ha aiutato a vincermi in qualcosa che io credevo impossibile. Mi ha aiutato a non giudicare le persone solo per il loro aspetto fisico ma per il loro cuore. Mi ha aiutato ad avvicinarmi a Dio. È stata un’esperienza indimenticabile, nella quale ho potuto conoscere delle persone incredibili.
-Irene Moreno Sánchez, 15 anni.

All’inizio del campo estivo tutto fu un po’ strano perché non conoscevo nessuno, ma poi iniziai a fare delle amicizie e fu un’esperienza molto bella dalla quale imparai molto da tutte.
-Samara Algarín, 14 anni

Album fotografico

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok