Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Categoria: Dicembre

navidad-priego-13

Festival di Natale a Priego (Cuenca, Spagna), 22 dicembre 2013.

Il 22 dicembre scorso abbiamo celebrato nel Centro Culturale di Priego (Cuenca) un Festival di Natale organizzato dalle Serve del Focolare della Madre. All’atto erano invitati tutti gli abitanti del paese e di fatto la sala si è riempita di gente.

Quest’anno il grosso del nostro Festival lo costituiva una rappresentazione teatrale in cui i protagonisti erano nove attori (giovani ed adulti giovani) oltre a due signore che aggiunsero una nota comica. Inoltre, lo scenario era rallegrato da un gruppo di bambini vestiti da regalo.

navidad-priego-13

I nostri presentatori sono stati due giovani del paese: Miriam Ferrer –membro del Focolare della Madre e già con una lunga esperienza come presentatrice- e Gabriele, uno studente di giornalismo che promette molto nel campo della comunicazione per le sue grandi doti, accompagnato inoltre da un’eccellente voce radiofonica. Come vedete, abbiamo avuto dei presentatori di lusso.

L’opera di teatro era ambientata in una negozio di giocattoli in cui gli attori erano i giocattoli stessi, che diventavano vivi quando il giocattolaio non li vedeva. Una bambola di stoffa –interpretata da Marta Torrecilla- era il giocattolo rifiutato e dimenticato, che non trovava senso alla sua esistenza né aveva motivi per essere allegro a Natale. Un pagliaccio, un orso di peluche, una Cenerentola, Mary Poppins, le Luci di Natale e il Monopoli facevano a gara per dare alla bambola di stoffa le ragioni per dare un senso al Natale, mostrando che la sua gioia veniva dai regali, i viaggi, le feste o il pranzo di Natale. Nulla però fa cambiare la tristezza della bambola finché un arlecchino non le rivela il segreto. Con la Parola di Dio le rivela il vero senso che porta la gioia al cuore di ogni essere umano. Gesù è quel Regalo che tutti possiamo ricevere. La conclusione del teatro è stato un Presepio vivente che ha mostrato il vero protagonista del Natale.

navidad-priego-13

L’opera è stata animata da varie canzoni con coreografia, concludendo con una tenera ninna nanna a Gesù Bambino che ha cantato in vivo la bambola di stoffa. In altri momenti della rappresentazione, il pubblico ha avuto l’opportunità di morire dal ridere. Come incidente aneddotico, bisogna segnalare che all’ultimo momento non è potuto venire un Re Mago e abbiamo dovuto improvvisare vestendo un volontario.

Il nostro Festival natalizio ha avuto qualche intermedio con la proiezione di brevi video che riflettevano la carità cristiana a Natale e che hanno molto commosso il cuore del pubblico. Così, ad  esempio, la proprietaria di una bar, ci ha poi commentato che l’avevano così toccata i video, che, appena tornata a casa, li ha cercati in internet e li ha ritrasmessi per tutto il pomeriggio nel suo bar.

Un altro interludio è stato dedicato all’attuazione di Carmen (nonna del presentatore del festival). Questa signora ha messo in scena con gran disinvoltura ed il talento di una professionista un monologo di Natale che ha fatto ridere tutti.

navidad-priego-13

E per ultimo abbiamo tenuto il sorteggio di un gran cesto di Natale (elaborato con la generosità della gente del paese che ha collaborato con alimenti di ogni tipo) e un quadro del Santo Cristo della Carità. I guadagni dei biglietti venduti sono stati destinati ad aiutare famiglie bisognose del paese.

Da questa comunità di Serve ringraziamo in primo luogo Dio per aiutarci a portare a termine questo Festival e poter così continuare ad illuminare un po’ di più questa società che vuole spegnere la luce crsitana del Natale. Ringraziamo inoltre tutti coloro che hanno reso possibile il teatro con la loro partecipazione, la confezione dei vestiti e la loro preghiera. A tutti looro ed a voi che leggete queste righe: Felice e Santo Natale!

Album fotografico

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Nessuno l’aveva dimenticata

Clare Hernàndez (Stati Uniti): Questo muro cadde in frantumi quando me ne dovetti andare da quel Paese così bello. Era come se Suor Clare fosse lì, dappertutto.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok