Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2015

Una giornata a Mérida

meridaIncontro di giovani a Mérida, Badajoz (Spagna), 13 dicembre 2014.

Il sabato 13 dicembre è iniziato presto nella casa delle Serve del Focolare della Madre di Móstoles. Dopo una rapida colazione, prima delle otto di mattina, siamo partite con il forgoncino, tre suore e quattro ragazze del Focolare della Madre, per imboccare la A5 in direzione di Mérida, che si trova nella provincia spagnola di Badajoz. Alcune settimane prima avevamo ricevuto una telefonata. In essa don Juan Cascos si era presentato come il parroco della Chiesa di San Giovanni Battista e come decano della Concattedrale di Mérida, con una richiesta molto concreta: se potevamo andare a Mérida per guidare un incontro per giovani che si stavano preparando a ricevere la Cresima. Per la verità, una delle cose più belle di questa giornata è stata quella di conoscere quest’uomo che, con i suoi 62 anni, continua a lavorare con lo stesso entusiasmo come nel giorno in cui fu ordinato sacerdote, ma con ancora più donazione, perché l’amore verso Gesù Cristo e le anime è cresciuto nella sua offerta giorno dopo giorno.

teo

Come ci conosceva don Juan? Dalla televisione! Sì, sì, non è uno scherzo, dalla televisione. Alcuni anni fa scoprì nella televisone EWTN un programma intitolato “Buenas noches, Teo” (Buona notte, Teo), e gli piacque moltissimo, soprattutto perché, con un linguaggio semplice e simpatico, vi ritrovò una dottrina molto fedele al Magistero della Chiesa. Investigando chi era quel sacerdote che ogni sera parlava con quella marionetta di nome Teo, che sembrava una specie di struzzo di color arancione, scoprì che era P. Rafael Alonso, il fondatore del Focolare della Madre. Da allora ci ha seguiti attraverso la pagina web. E ciò che ha visto gli è piaciuto, fino a quando quel giorno si è deciso a chiamarci.

Dopo tre ore di viaggio siamo arrivate a Mérida. Era un giorno grigio e piovoso, ma questa era la cosa meno importante. Più di trenta giovani, dai 14 ai 17 anni, ci hanno ricevuto con curiosità e aspettativa, ma con una disposizione molto buona. Si notava il lavoro, nascosto e silenzioso, giorno dopo giorno, del buon don Juan. Ci piacquero molto i catechisti, che ci hanno facilitato tutto nel corso delle ore che abbiamo trascorso assieme. Abbiamo iniziato cantando, per rompere il ghiaccio e per conoscerci un po’. Abbiamo continuato vedendo una testimonianza molto buona di una conversione, che ci ha dato lo spunto per parlare molto, molto, molto. Dopo pranzo c’e stato un momento di preghiera, per le confessioni e per la Messa. E abbiamo concluso con un gioco in cui ci siamo divertiti moltissimo. Per la verità è stata una giornata molto intensa, una giornata di semina che affidiamo nelle mani di nostra Madre, la Vergine Maria.

- Di S.lla Beatriz Liaño, SFM

Suor Clare

Hermana Clare

Suor Clare e i cristiani perseguitati

Karolina Vera : Sr. Clare stava vivendo come una vera cristiana, morendo ai suoi gusti e desideri. Mi disse che avevamo una grande...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok