Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2015

Dolci fatti con amore

preigosanvalentin2Vendita benefica di dolci, Priego (Cuenca, Spagna), 14 febbraio 2015.

A Priego continuiamo a dare libero sfogo alla creatività. Noi Serve del Focolare della Madre, in collaborazione con il nostro piccolo e fedele gruppo di signore, continuiamo a lavorare nel progetto “Aiuta tuo fratello”, per guadagnare soldi con cui continuare a soccorrere mensilmente le famiglie bisognose.

Lo scorso 14 febbraio, giorno di San Valentino, le nostre eccellenti pasticciere hanno preparato dolci vari della zona (frittelle, torte…) che abbiamo impacchettato poi a mo’ di regalo con la base a forma di cuore.

Il nostro punto vendita è stata la porta della cappella in cui celebriamo ogni giorno l’Eucaristia. Cartelli come “1 euro”, “Dolci fatti con amore” o “Aiutaci”, stuzzicavano l’appetito e la generosità della gente per collaborare all’acquisto dei dolci. Sì, si può dire che veramente ce li toglievano dalle mani. Non c’è stato bisogno di insistere. Inoltre due chierichetti hanno imparato la cantilena a memoria e hanno incoraggiato la vendita dicendo che era per una buona causa.

priegosanvalentin

I pacchetti di dolci venivano venduti con un piccolo cartoncino a forma di cuore con una frase scritta sopra: da una semplice espressione come “Auguri”, “I love you”, “Quanto è facile volerti bene!”, “Quanto è difficile dimenticarti!” o “Ti voglio bene, ma Dio ti vuole ancora più bene”, fino ad altre con contenuto biblico, come “Nulla ci separerà”, “La carità è paziente”, “La carità tutto scusa”, ognuno sceglieva quello che gli piaceva di più per regalarlo ai suoi cari. Questa iniziativa ha avuto molto successo.

La nostra grande amica Ana, che è venuta a casa come volontaria per preparare i pacchetti, quello stesso giorno si è portata via un grande cesto pieno di dolci per continuare a venderli nel suo paese con l’aiuto di due nipoti. Quella sera è tornata, affinché le riempissimo di nuovo il cesto per poter così continuare a vendere i dolci il giorno successivo. “Ho dovuto vendere persino i miei”, ci diceva entusiasta.

Con questo lavoro speriamo di aver aiutato non solo le famiglie che hanno bisogno del cibo per il corpo, ma anche la gente che ha comprato questi dolci, poiché hanno guadagnato un punto per meritare il Cielo. “Io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere”.

Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Suor Clare e i cristiani perseguitati

Karolina Vera : Sr. Clare stava vivendo come una vera cristiana, morendo ai suoi gusti e desideri. Mi disse che avevamo una grande...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok