Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2015

Evangelizzando per strada

ardecompl

Settimana di evangelizzazione per le strade di Alcalá de Henares, Madrid (Spagna), dal 19 al 26 luglio 2015.

Noi Serve del Focolare della Madre di Alcalá de Henares abbiamo vissuto una settimana molto speciale. Il gruppo “Kerygma” ha organizzato durante l’estate una settimana di evangelizzazione nella diocesi. Quest’anno il Signore ha voluto che noi quattro suore ci lanciassimo per strada a dare testimonianza del Suo amore.

Ci siamo riunite circa 70 persone di età e provenienza diverse, laici e religiosi, molti sono convertiti riscattati da Gesù che adesso desiderano aiutare altri a conoscere il Signore.

ardecompl5

I primi tre giorni nel Monastero de Las Bernardas sono stati come un cenacolo, dedicati alla preghiera e alla formazione. Solo quando arrivava la sera, uscivamo per strada ad evangelizzare. Si esponeva il Santissimo Sacramento, pregavamo assieme e iniziavano a nominare le coppie di inviati. Nel sentire il tuo nome, ti inginocchiavi nel corridoio centrale. Poi passava il sacerdote benedicendo ognuno con il Santissimo Sacramento: “Andate nel nome di Dio, portate la pace di Cristo”. Allora uscivamo per strada disposti ad avvicinarci al primo che passasse per strada per dirgli che Dio lo ama e che lo sta aspettando. Allo stesso tempo un gruppo rimaneva nella chiesa pregando per le persone che incontravamo. È stato sorprendente vedere quanta gente rispondeva ed entrava in chiesa. Alcuni scoppiavano a piangere quando si trovavano davanti a Gesù, altri lasciavano la loro candela ai piedi dell’ostensorio e pregavano con il loro cuore, alcuni si confessavano dopo anni di allontanamento, altri rimanevano impressionati nel leggere le frasi con la “Parola di vita” che prendevano. Mentre stavamo evangelizzando, il coro cantava invocando lo Spirito Santo, riconoscendo l’amore di Dio, lodandoLo, supplicandoLo.

ardecompl4

Concluso il tempo di evangelizzazione, ricevevamo di nuovo la benedizione e uscivamo per strada per pregare il rosario, affidando a nostra Madre, la Madonna, tutte le anime che avevamo incontrato: quelle che avevano accolto la chiamata di Dio e quelle che non avevano voluto avvicinarsi. La prima sera abbiamo ringraziato Dio con tutto il nostro cuore per la confessione di un uomo che da 37 anni non si accostava a questo sacramento. Dopo il rosario andavamo a riposare alcune ore, ognuno nella casa in cui era stato accolto.

Il mercoledì l’Eucaristia è stata presieduta da Mons. Juan Antonio, il nostro vescovo. Ha fatto l’invio e siamo usciti in gruppi a tre parrocchie diverse. Noi suore siamo state mandate a quella di Santa Teresa. Lì noi missionari uscivamo pure di mattina sempre a due a due, affinché, mentre uno parlava, l’altro invocasse lo Spirito Santo. I pomeriggi sono stati dedicati alle testimonianze e a uscire con nostra Madre a passeggio per le strade per seminarle di Ave Maria.

La sera del giovedì, dopo aver evangelizzato, è stata fatta una processione con il Santissimo Sacramento, e siamo arrivati fino alle zone dei bar e delle terrazze, affinché Gesù benedicesse tutti. Don Francisco, il parroco di Santa Teresa, che non smise di confessare mentre evangelizzavamo, ci diceva: “Quanti miracoli abbiamo vissuto in questi giorni!”.

ardecompl6

Il venerdì, dopo la Messa nelle parrocchie, siamo usciti di nuovo verso il Monastero de Las Bernardas. È stata una gioia ritrovarci di nuovo con tutti i missionari. C’è stata una veglia di preghiera per prepararci per “la grande missione” del sabato nella piazza della Cattedrale, che è una zona dove escono di notte i giovani. Abbiamo cenato presto e siamo andati a preparare l’altare esterno, il sistema di sonorizzazione, le candele del corridoio centrale che conducono coloro che entrano fino ai piedi del Signore, i tavoli di accoglienza, in cui si consegnano le candele e i fogli affinché possano scrivere le loro richieste… È stato molto bello vedere i missionari da tutte le parti, esporsi per Gesù. I sacerdoti non hanno avuto tregua, stando a disposizione di tutti coloro che volevano confessarsi. Concluso il tempo di evangelizzazione, Gesù è uscito in piazza sull’altare esterno, in cui è stato molto bello vedere i missionari stessi inginocchiati donando la loro vita al Signore.

La domenica uno dei missionari ci ha dato la testimonianza di come egli era stato riscattato tre anni prima durante un’evangelizzazione come questa, quando stava andando a suicidarsi.

È stupefacente vedere il potere di Dio e la Sua umiltà, visto che conta su di noi per arrivare alle anime.

Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Persa in ospedale. Persa?

Sr. Kelai Reno : Suor Clare ed io percorrevamo il corridoio dell’ospedale, cercando di orientarci, quando, improvvisamente, vedemmo venire...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok