Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Categoria: Novembre

blancaestrellaPellegrinaggio dei LFM a Olón, Sant’Elena (Ecuador), 15 novembre 2015.

Su una scogliera del Pacifico, vicino al villaggio di pescatori di Olón, un sacerdote svizzero, Othmar Staheli, ha costruito un Santuario dedicato a Maria, la Bianca Stella del mare.

Situato tra Montañita e Olón, il santuario è a forma di barca a vela, ancorato al bordo di una gola naturale, da dove si può ammirare una splendida vista panoramica del mare.

Nella cripta sotto la Chiesa si trova l’immagine di Maria Rosa Mistica che l’ 11 novembre 1990 pianse lacrime di sangue. Molte persone hanno trovato la guarigione spirituale e corporale in questo luogo santo.

Il gruppo dei Laici del Focolare della Madre di Chone e Playa Prieta (Ecuador) ha fatto un pellegrinaggio in questo santuario domenica 15 novembre.

cajas

Siamo partiti presto in autobus. Innanzitutto ci siamo fermati a Portoviejo, dove c’è stata la Santa Messa nella Cattedrale della città. Dopo aver fatto colazione, abbiamo proseguito il nostro viaggio per poter arrivare alla meta, che era Olón, Sant’Elena. Lì, le consacrate che custodiscono il Santuario ci accolsero amabilmente e ci raccontarono la storia dell’immagine della Rosa Mistica che aveva pianto lacrime di sangue nell’anno 1990. Da quel momento in poi, la Madonna è rimasta esposta per la venerazione dei fedeli. Ci spiegarono che quell’immagine era una copia esatta dell’immagine della Rosa Mistica che si venera a Montichiari (Brescia, Italia). La Madonna apparve lì chiedendo preghiera, sacrificio e riparazione. Questo è ciò che significano le tre rose (una bianca, una rossa e una gialla) che porta con sé. La Madonna chiese tre cose:

1. Riparazione per le offese commesse dalle religiose che tradiscono la loro vocazione.
2. Riparare le offese commesse dalle religiose che vivono in peccato mortale.
3. Riparare le offese commesse dai sacerdoti che tradiscono Gesù e pregare particolarmente per la santificazione dei sacerdoti.

Siamo rimasti in preghiera nella cappella, meditando su questo messaggio. Nel pomeriggio abbiamo potuto pregare il rosario lì e trascorrere ancora un po’ di tempo alla presenza di Nostra Madre.

Siamo tornati a casa con il cuore pieno di amore verso la Madonna e di gratitudine per le tante grazie che ha donato a ciascuno dei pellegrini.


Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok