Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2014

Pellegrini sotto il manto della Madonna

lhm-fuensanta-febrero

Pellegrinaggio al Santuario della Vergine della Fuensanta, Murcia (Spagna), 9 febbraio 2014.

La domenica 9 febbraio, noi, due gruppi di pellegrini, siamo partiti uno da Torrente (Valenza, Spagna) e l’altro da Macael (Almeria) per incontrarci a metà strada, nel Santuario della Vergine della Fuensanta, la Patrona di Murcia.

Ci siamo incontrati tutti nel convento delle Carmelitane, che si trova sulla stessa montagna del Santuario. Subito dopo abbiamo celebrato l’Eucaristia, presieduta da P. Henry, SHM, lì nella cappella della Carmelitane. Ha predicato sulla necessità di essere santi, e di essere santi già da adesso. Ci ha posto come esempio da seguire S. Giuseppina Bakhita, che da bambina fu rapita nel suo paese natale (in Sudan), e fu portata come schiava in Europa nel XIX secolo. Lì fu maltrattata da vari padroni, finché arrivò al suo ultimo padrone, un uomo buono, che le diede la libertà. Si fece battezzare e poi divenne suora. Alla fine disse che se incontrasse di nuovo gli uomini che l’avevano rapita, si inginocchierebbe davanti a loro e bacerebbe le loro mani, perché è grazie a loro che è arrivata a conoscere Gesù Cristo e a diventare Sua sposa.

lhm-fuensanta-febrero

Alla fine della Messa siamo andate al locutorio delle carmelitane per stare un po’ di tempo con loro, per conoscerle, per parlare e per cantare con loro. Poi siamo saliti verso il Santuario, dove le Benedettine (le suore che si prendono cura del Santuario) ci avevano lasciato a disposizione una sala per mangiare tutti assieme. Ognuno aveva portato qualcosa da mangiare per condividerlo con il gruppo, e finì per essere un vero e proprio banchetto. Le Benedettine, per le quali l’ospitalità fa parte del loro carisma, ci hanno dato pure del caffè e dei dolci per completare il pranzo. “Ricevere l’ospite come se fosse Gesù Cristo”, è il loro motto. E così ci hanno trattato.

Dopo pranzo, alcune suore sono uscite con i bambini per tenere una piccola riunione sulla Madonna, nostra Madre, e poi c’è stato un gioco per vedere se avevano imparato bene la lezione. Nel frattempo, il resto del gruppo è rimasto nella sala delle Benedettine per continuare a conoscersi e per parlare un po’ tra tutti. Alcune delle Benedettine sono venute per unirsi alla conversazione, cosa che per noi è stato un regalo. Inoltre alcune Benedettine e alcune Serve diedero la loro testimonianza e raccontarono come il Signore e la Madonna hanno agito nella loro vita. Qualche membro del gruppo disse alla fine che per lui, ascoltare le testimonianze, è stata la prova di cui aveva bisogno per sapere che il Signore e la Madonna esistono, e che vale la pena cercali. Ci siamo congedati dalle suore benedettine e siamo usciti a pregare il Rosario, tutto il gruppo, all’aria aperta. Abbiamo passeggiato fuori dal santuario pregando e cantando alla Madonna, e alla fine ci siamo seduti per tenere una riunione sulla santità.

lhm-fuensanta-febrero

Per concludere la giornata, siamo saliti alla cappella dietro alla Patrona per salutarLa, Lei che ci aveva accompagnato e custodito tutto il giorno. È stata Lei che ha organizzato il nostro pellegrinaggio e per la Sua potente intercessione ha ottenuto per noi tutte le grazie che abbiamo ricevuto da Dio in questa giornata. Poi abbiamo salutato la Madonna e ci siamo salutati gli uni gli altri, e ognuno è tornato al suo luogo di origine. Ringraziamo il Signore e la Madonna per averci regalato questa giornata e chiediamo Loro con fiducia di figli che le grazie ricevute diano frutto nei nostri cuori e attorno a noi.

Album fotografico

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Suor Clare

Hermana Clare

Suor Clare e i cristiani perseguitati

Karolina Vera : Sr. Clare stava vivendo come una vera cristiana, morendo ai suoi gusti e desideri. Mi disse che avevamo una grande...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok