Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2014

Verso la Polonia per errore

convivencias-siervos-lumezzanneIncontro per ragazzi a Lumezzane, Brescia (Italia), 7-9 marzo 2014.

Il venerdì, 7 marzo, noi Servi di Roma siamo arrivati verso le 19.30 a Lumezzane, al nord d’Italia, per iniziare un incontro del fine settimana con alcuni ragazzi della Parrocchia di Sant’Apollonio, in cui le suore del Focolare hanno una comunità. Siamo arrivati grazie alla Provvidenza perché, dopo aver deviato dalla nostra rotta saremmo potuti arrivare in Polonia. Quando ci siamo fermati da un benzinaio per chiedere informazioni sulla direzione da prendere, l’uomo ci ha detto che eravamo nella direzione giusta, che continuassimo nella direzione in cui ci trovavamo. Ci siamo rallegrati di ciò che ci aveva detto, e durante la conversazione è venuto fuori il nome della città verso cui eravamo diretti ed egli, rendendosi conto del suo errore, ha detto: “Bologna? Pensavo che aveste detto Polonia”. L’uomo pensava che stavamo andando in Polonia e per questo ci aveva detto che continuassimo in quella direzione per circa altri tremila chilometri. Rendendosi conto di ciò, ci ha detto che tornassimo in direzione opposta. Grazie a Dio abbiamo risolto il problema di quale direzione seguire.

Una volta arrivati a Lumezzane siamo andati direttamente alla Parrocchia di Sant’Apollonio e proprio lì ci siamo messi a giocare a calcio mentre aspettavamo il resto dei ragazzi che avrebbero partecipato all’incontro. C’era una casa a fianco della cappella dedicata a Santa Margherita, dove c’era il Santissimo Sacramento, riservato totalmente per il nostro uso privato. È stata veramente una grande grazia della quale abbiamo approfittato al massimo, e abbiamo potuto usare la cappella per i nostri momenti di adorazione e gli spunti di meditazione quotidiana. Abbiamo concluso la giornata con dei giochi notturni in cui ci siamo divertiti molto. Ricordiamo ancora le gare come quella di mangiare un limone intero o soffiare la pallina di ping pong con la bocca piena di pane.

convivencias-siervos-lumezzanne

Il giorno successivo F.llo Luke e F.llo Kevin sono andati a fare una camminata con i ragazzi ad un eremo in un luogo chiamato Conche che si trova su una delle montagne basse di questa regione montuosa. Ci abbiamo messo un’ora e mezza per arrivare e abbiamo approfittato per pregare il rosario. Il tempo e la temperatura sono stati molto buoni e ci siamo sentiti benedetti ancora una volta, visto che tutto il mese scorso il tempo era stato grigio e piovoso, e da quando eravamo arrivati il cielo era azzurro e limpido. Abbiamo sentito come se Dio ci stesse sorridendo. Arrivati all’eremo i ragazzi hanno tirato fuori la loro merenda e, dopo averla mangiata, siamo andati a giocare a calcio, che è sempre divertente per tutti i ragazzi. F.llo Luke perse e lo eliminarono nella prima partita, ma grazie a ciò ha potuto dedicare un po’ di tempo per preparare degli spunti di meditazione che poi ha dato in chiesa, seguito da un tempo di preghiera personale. Dio si serve persino della nostra mancanza di talento in certe cose per salvare le anime.

Quando i ragazzi tornarono dopo aver giocato, li stava già aspettando una grigliata. F.llo Joseph e F.llo Peter avevano preparato tutto. Essi poi se ne sono andati e hanno trascorso il resto del pomeriggio con un piccolo gruppo di bambini della parrocchia. C’erano 8 bambini nel loro gruppo e sette nel nostro. Il gruppo di bambini ha partecipato a un “mini campeggio”, con giochi, formazione spirituale e tempo di preghiera. Più tardi i due gruppi si sono riuniti e c’è stata la Messa. La sera, dopo cena, i ragazzi hanno intavolato una conversazione con i Fratelli chiedendo loro che raccontassero la loro vocazione. Stavano ascoltando con molto interesse, rimanendo impressionati soprattutto come il Signore aveva agito nei loro cuori. Ancora una volta abbiamo concluso la serata con un gioco che è piaciuto a tutti: “Angeli e demoni”.

convivencias-siervos-lumezzanne

La domenica mattina, dopo aver pulito un po’ e dopo un breve momento di preghiera, siamo andati alla Messa domenicale delle 9.30. F.llo Joseph e F.llo Peter sono rimasti con il gruppo dei piccoli fino a mezzogiorno per continuare il loro “mini campeggio”. F.llo Kevin, per approfittare del tempo che rimaneva, è andato a giocare -ebbene sì, di nuovo- a calcio con gli altri ragazzi. Non è una novità che ai ragazzi piaccia molto questo sport. Nel frattempo F.llo Luke ha preparato il pranzo. Dopo aver mangiato abbiamo fatto le foto del gruppo e ci siamo salutati. Colmi di gioia per le grazie ricevute durante il fine settimana, siamo tornati a Roma con la speranza di non trovare molto traffico e di approfittare della luce del giorno per non andare di nuovo in direzione della Polonia. A Roma, Padre Colum e F.llo Matt avevano già preparato la cena. Abbiamo raccontato loro il nostro fine settimana, quanto erano stati aperti al Vangelo tutti i ragazzi e quanto ci eravamo divertiti. Adesso ci rimane da pregare, affinché siamo fedeli alle tante grazie che abbiamo ricevuto affinché diano frutto per il Regno di Dio. Che buono è Dio! Egli si merita la nostra fedeltà.

Testimonianza:

"Il ritiro fatto con i Servi è un’esperienza che devono provare tutti almeno una volta nella vita perché si imparano molte cose sulla fede, ma non solo, anche in generale per esempio lo stile di vita di una persona inglese, americana o filippina (paesi d'origine dei Servi); noi ragazzi che abbiamo passato quel fantastico ritiro con fra Kevin, fra Luke, fra Peter e fra Joseph abbiamo imparato cose importanti ma anche loro hanno imparato molte parole italiane. Dobbiamo rendere veramente grazie a loro per quei ritiri passati giocando ma soprattutto pregando."

-(Paolo de Maria, un giovane della parrocchia di Sant’Apollonio, Lumezzane)

Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Cose da fare prima possibile

Un breve scritto di Suor Clare a una giovane di cui era guida spirituale. Solo alcune brevi, ma incisive parole. Cinque consigli e un...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok