Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2014

Un incontro con Gesù

JoseT

Tournée di José Trinidad in Spagna dal 15 al 25 maggio 2014.

Dal 15 al 25 maggio c’è stata la tournée di José Trinidad, cantautore cristiano messicano, in alcune città della Spagna, che ha dato molto frutto spirituale, ed è stato accompagnato dal suo aiutante e tecnico Juan e da P. Félix López, S.H.M. In tutti i luoghi: Santander, Valenza, Macael (Almeria), Alcalá de Guadaíra (Siviglia), Madrid e Cuenca, l’atto centrale è stata la testimonianza di conversione di José Trinidad seguita dalla veglia di adorazione al Santissimo Sacramento, guidata da lui e accompagnata dalle sue canzoni-preghiera che aiutavano coloro che erano presenti a mettersi in presenza di Dio di fronte a Gesù Eucaristia.

In altri luoghi, oltra alla testimonianza e alla veglia di adorazione, c’è stata pure la celebrazione della Santa Messa. A Madrid e a Macael si è potuto intervistare in diretta José Trinidad rispettivamente a Radio Maria e a Radio Filabres, potendo così arrivare la sua testimonianza a più persone. Una delle cose che José Trinidad ha detto è che ha trovato in Spagna un popolo assetato di Dio. Egli sapeva di essere stato mandato da nostra Madre, la Madonna, per parlare di Suo Figlio a queste persone e ripetava negli incontri di preghiera che gli sarebbe piaciuto che ognuno ricordasse quella giornata, non come quella in cui è venuto José Trinidad nella sua città, ma come il giorno in cui ha incontrato Gesù.

All’interno del suo stile personale di evangelizzazione, della sua testimonianza di conversione, dei miracoli a cui egli ha presenziato e di quelli di cui ha dato testimonianza, delle sue canzoni, ecc. il deposito che ha lasciato a tutti nell’anima e il seme che ha seminato è stato che Gesù è vivo e realmente presente nel Sacramento dell’Eucaristia, che agisce nella mia vita, che posso rivolgermi a Lui quando voglio, che ho bisogno di avere fede per credere in Lui e che questa fede ha bisogno di crescere per poterLo vedere, che abbiamo bisogno di saperLo vedere e di riconoscerLo realmente vivo… Possiamo affermare, con sicurezza, che in tutti i luoghi, le persone che hanno partecipato alla veglia di preghiera sono uscite con il cuore infiammato d’amore di Dio e della Sua presenza viva. Così si compivano le parole con cui José Trinidad sempre iniziava: “Oggi non te ne puoi andare via da qui come sei venuto”.

JoseT2

Uno dei momenti che, secondo le testimonianze, ha aiutato maggiormente, è stato quando le persone spinte dallo Spirito Santo si sentivano mosse a mettersi di fronte all’Eucaristia per implorare da Gesù, vivo nel Sacramento, il Suo aiuto, la Sua protezione ed esporGli ciò che avevano nel cuore. Molte persone si commuovevano fino alle lacrime, sapendo che Gesù veramente ci vede e ci ascolta.

Non possiamo dimenticare un punto importantissimo di questi incontri ed è che il Signore ha toccato molte persone affinché diano il passo per ricevere il sacramento della riconciliazione guarendo così molti cuori da ferite interiori. Sicuramente Dio ha agito con forza, si è riversato in noi e ci ha colmato di Sé, sia nel sacramento della penitenza sia stando di fronte a Lui, vivo nell’Eucaristia.

La cosa più importante di quest’incontro che abbiamo vissuto e che senza dubbio è stato una grazia di Dio, è che adesso possiamo continuare la nostra relazione personale, giorno dopo giorno, con il Signore. Possiamo rivolgerci a Lui e parlarGli come l’abbiamo fatto quella sera, possiamo vederLo e riconoscerLo vivo nel tabernacolo in cui ci sta aspettando, possiamo parlarGli con fede sapendo che ci ascolta e ci ama e, ovviamente, possiamo e dobbiamo portare quest’esperienza che abbiamo vissuto e la nostra testimonianza alle persone che non hanno partecipato, in particolare a coloro che non conoscono Dio, a coloro che si sentono lontani da Lui o a coloro che stanno passando attraverso momenti difficili.

Se Gesù ha cambiato la nostra vita, non potrà fare lo stesso con loro? Non lasciamo che si spenga questa luce che si è accesa nella nostra anima. “Nessuno accende una lucerna e la mette in luogo nascosto […], ma sopra il lucerniere, perché quanti entrano vedano la luce” (Lc. 11, 33)

Suor Clare

Hermana Clare

Cose da fare prima possibile

Un breve scritto di Suor Clare a una giovane di cui era guida spirituale. Solo alcune brevi, ma incisive parole. Cinque consigli e un...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok