Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2016

Lettera di ringraziamento

agradecer1Lettera di ringraziamento per tutto l’aiuto e le preghiere ricevuti come risposta al terremoto in Manabí, Ecuador.

Cari amici,
quasi tutti conoscete ormai i tragici avvenimenti dello scorso sabato 16 aprile 2016 in Ecuador. Alle 18.58 (ora ecuadoriana) un terribile terremoto di 7,8 gradi e un numero incredibile di repliche hanno scosso tutta la costa dell’Ecuador. Anche le nostre comunità in Ecuador sono state colpite, in modo particolarmente grave la comunità di Playa Prieta, dove l’edificio in cui viveva la comunità è crollato con dentro quattro suore e sette postulanti. Appena ricevuta la notizia noi suore ci siamo messe a pregare davanti al Santissimo e abbiamo iniziato a chiedere preghiere per le nostre sorelle.

Da quel momento in poi è stato impressionante il numero di persone da tutte le parti del mondo che si sono messe in contatto con noi unendosi al nostro dolore e alla nostra preghiera. Ci siamo sentite appoggiate dal vostro affetto, dalle vostre delicatezze, dalla vostra disponibilità in tutto.

agradecer3

Molti amici, prima di tutto dell’Ecuador, si sono fatti in quattro per aiutarci, mettendo a rischio persino la propria vita, entrando dentro la casa in rovina per collaborare con i lavori di recupero delle nostre sorelle. Altri hanno facilitato in molti modi il salvataggio, la cura delle sorelle ferite sopravvissute e il trasferimento dei corpi delle nostre sorelle defunte. Racconto come esempio la generosità di un gruppo di venti studenti di medicina di Guayaquil, che ci scrissero poche ore dopo aver ricevuto la notizia, per mettersi a nostra completa disposizione.

Molti altri, dalla Spagna, dagli Stati Uniti e da altri luoghi, si sono offerti con insistenza per recarsi immediatamente sul luogo del sinistro per poter aiutare non solo le suore, ma, attraverso i Gruppi Missionari del Focolare della Madre, molte persone danneggiate che si trovano in una situazione di grande necessità. Moltissimi di voi avete pregato molto per le nostre sorelle e per tutti noi. Sappiamo che conventi interi si sono uniti alla nostra preghiera. Continuiamo a ricevere e-mail. Questo fine settimana il telefono è squillato senza tregua, le visite alla nostra pagina web e alle reti sociali alla ricerca di informazioni sono così tante che abbiamo dovuto aumentare la capacità del server, affinché potesse continuare a funzionare.

Grazie, grazie, grazie a tutti. Grazie a tutti voi che avete chiamato o scritto. Grazie anche a tutti voi che avete preferito non farlo non volendo disturbare in momenti di tanto dolore, ma che sappiamo che ci seguite con affetto attraverso le Messe che abbiamo ritrasmesso via internet, attraverso le nostre pagine web e le reti sociali. Grazie a tutti voi che avete pregato. Grazie a tutti voi che state cercando come aiutarci.

casa1

Vogliamo anche chiedere scusa a tutti coloro che non abbiamo potuto avvisare personalmente. Sappiamo che capite perfettamente che sono stati momenti di grande tensione, di grande sofferenza... E non siamo arrivati a tutto. Ringraziamo della vostra comprensione e vicinanza.

Molti di voi insistete nel voler offrire il vostro aiuto in molti modi. È ovvio che per i sopravvissuti la parte più dura del terremoto deve ancora arrivare. Attraverso il nostro facebook ci sono arrivate notizie che molte famiglie a Playa Prieta stanno soffrendo la fame e non hanno acqua potabile. Pensate che già prima del terremoto Playa Prieta stava soffrendo per gli effetti di una terribile inondazione che aveva lasciato molte famiglie senza nulla. Ma non soloa  Playa Prieta. A Chone e a Guayaquil le suore sono testimoni di molte necessità. Per chi di voi vuole aiutare i nostri fratelli colpiti dal terremoto, potete trovare maggiori informazioni in questo link:

http://www.hogardelamadre.org/it/gmhm/aiutaci

Coloro che si sentono mossi a recarsi personalmente in Ecuador, possono mettersi in contatto con noi attraverso questo indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Che il Signore e nostra Madre benedicano tutti voi. Grazie di tutto cuore.

banner terremotati

Suor Clare

Hermana Clare

Tutto il tempo con emicranie

Carolina Aveiga : Spesso io faccio la vittima e devo imparare da suor Clare.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok