Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2016

La Vergine Maria si prende cura dell’Ecuador

virgenenplaya

L’Ecuador trema, ma la Vergine Maria rimane intatta, 16 aprile 2016.

Abbiamo sentito la notizia di un’immagine della Vergine Maria che, dopo il terremoto, rimase in piedi nella città di Manta, in mezzo a una chiesa completamente distrutta dal terremoto. È come se, in mezzo a tutta questa catastrofe, la nostra Madre del Cielo volesse dare segni chiari del fatto che vuole accompagnare il popolo dell’Ecuador nella sua sofferenza, dandogli pace e consolazione.

Anche a noi, Serve del Focolare della Madre, la Madonna ha voluto dare dimostrazioni della Sua vicinanza. Quando iniziò il terremoto del 16 aprile 2016, la nostra comunità di suore di Guayaquil era a Messa in parrocchia. Quando tornarono a casa, trovarono una parete con una crepa e molte cose cadute a terra: vasi di fiori, libri, quadri, la croce della cappella della casa... Ma, sorprendentemente l’immagine della Madonna, che si trovava sopra una stretta mensola, si mantenne in piedi e intatta, e inoltre si era girata e stava guardando verso il tabernacolo. Era evidente il gesto di intercessione di nostra Madre di fronte al Signore. Ma, allo stesso tempo, sembrava dirci: “Di fronte a questa situazione dolorosa: guardate a Gesù, guardate a Gesù”.

Nel frattempo, a Playa Prieta, il forte terremoto di magnitudo 7,8 fece crollare l’edificio in cui abitavano le nostre suore e le nostre candidate, cadendo su di loro e coprendole di macerie. Un’improvvisata squadra di soccorso lottò fino ad essere esausti, rischiando la propria vita, cercando di trovare e di tirare fuori le sopravvissute, le cui voci si sentivano tra le macerie. Riuscirono ad entrare all’interno dell’edifico e, tra le rovine, si ritrovarono di fronte a una scena commuovente: la statua della Madonna era intatta in mezzo alle macerie. Riuscirono a tirarla fuori, portandola tra le loro braccia. Poco dopo, ci fu una seconda replica di magnitudo 6,1 che fece crollare tutta la parte dell’edificio che era rimasta in piedi.

Suor Clare

Hermana Clare

Tutto il tempo con emicranie

Carolina Aveiga : Spesso io faccio la vittima e devo imparare da suor Clare.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok