Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2016

Viaggio Missionario a Manabí

misionesmanabi1Viaggio missionario per ragazzi a Río Chico, Manabí (Ecuador), dall’1 al 3 novembre 2016.

Approfittando dei giorni di vacanza del ponte di Tutti i Santi, noi ragazzi di Guayaquil abbiamo organizzato un viaggio missionario per giovani a Río Chico, per aiutare la comunità dei Servi del Focolare della Madre. Il viaggio missionario è iniziato con una dura prova: abbiamo dovuto aspettare in fila due ore per comprare i biglietti dell’autobus, e un’altra ora prima di partire. Tuttavia, i ragazzi erano contenti, pazienti e non si sono lamentati. Quando siamo arrivati, P. Kevin era venuto a prenderci e ci ha portati alla Casa Pastorale di Río Chico.

Il primo giorno, 2 novembre, festa di tutti i fedeli defunti, abbiamo cominciato con un ritiro in silenzio. P. Kevin ha fatto una meditazione sulla morte e P. Mathew una relazione di formazione sulle regole di discernimento degli spiriti, dagli "Esercizi Spirituali" di S. Ignazio di Loyola. È stata una buona spinta per iniziare la missione. Nel pomeriggio abbiamo esercitato il corpo, giocando una partita di calcio.

misionesmanabi2

Il secondo giorno abbiamo lavorato scavando un buco di un metro e mezzo davanti alla canonica per riparare una perdita nel tubo d’acqua. Dopo il pranzo, due ragazzi sono andati con Carlos Javier a distribuire cibo alle famiglie povere, e altri due ragazzi sono andati con Fratello Ben e P. Kevin a benedire le case a Rio Chico. In ogni casa ci hanno accolto con grande gentilezza. Ho avuto una conversazione che mi ha molto colpito con un’anziana che mi parlava del suo grande desiderio di ricevere la comunione. Tuttavia, la paura di confessarsi la paralizzava. La incoraggiai a confessarsi, dicendole quanta gioia e pace le avrebbe portato. C'erano molte coppie che non erano sposate in Chiesa, allora cercavamo di incoraggiarli a ricevere il sacramento del matrimonio. Abbiamo concluso la giornata con la Messa di San Martino de Porres, impressionati dalla sua umiltà, e poi c’è stata l’adorazione durante la notte.

Il giorno successivo abbiamo lavorato durante la mattinata, e nel pomeriggio siamo andati alla comunità di Chaclas a visitare gli ammalati e a benedire le case, e abbiamo terminando con la Messa. Durante le nostre visite alle case abbiamo potuto notare i danni causati dal terremoto. Molte case erano in fase di ricostruzione, e molte famiglie vivevano ancora in tende. Le abbiamo incoraggiate a costruire la loro casa sulla roccia, Gesù Cristo, per avere una fede forte in Lui pur in mezzo alle tribolazioni della vita.

misionesmanabi3

Sabato ci siamo svegliati presto per fare una camminata con i ragazzi di Playa Prieta e Rio Chico ad una montagna dove si trova un villaggio, chiamato Balsa Rumba, nel quale abitano settanta famiglie. È stata una camminata di due ore, ma, quando siamo arrivati, una famiglia nel villaggio ci aspettava con la colazione pronta per noi. Abbiamo ringraziato questa famiglia per la calorosa accoglienza e la colazione. Poi siamo andati in cappella per fare la nostra preghiera personale.

Durante la giornata abbiamo giocato a calcio, football e baseball, divertendoci un sacco. All'ora di pranzo, ci siamo resi conto che avevamo dimenticato alcuni ingredienti, come il riso. Tuttavia, Dio aveva previsto tutto: una famiglia ci ha dato il cibo e ci ha lasciato anche utilizzare il forno per preparare la cena. Tutti i ragazzi aiutarono a preparare il pranzo e la cena, in un’atmosfera di gioia e di servizio.

Durante l’ultima cena in missione, ogni ragazzo ha raccontato la sua esperienza. Il Signore aveva toccato le loro anime in un modo speciale. Dopo cena, ci siamo radunati intorno al falò, e abbiamo arrostito marshmallows, raccontato barzellette e cantato alla Madonna.

misionesmanabi5

Il giorno successivo, domenica, abbiamo visitato una famiglia che ci ha offerto la colazione, dandoci pane e caffè, formaggio fatto in casa, e altri cibi tipici. Era una famiglia molto cattolica e amichevole. Ci hanno detto che se avessero saputo il giorno prima che saremmo andati lì per la colazione, avrebbero ucciso uno dei loro polli. Ci siamo salutati e li abbiamo ringraziati per la loro ospitalità.

Per terminare la missione, Luis Romero ci ha raccontato la sua esperienza del terremoto e come l’aveva vissuto. Ci ha detto che è stata una "grande grazia". Luis è il signore che ha salvato Sr. Estela, superiora della comunità, e Sr. Therese dalle macerie. Ci ha detto che Sr. Clare e le ragazze che sono morte erano ben preparate per andare con Nostra Madre in Cielo.  Lui riconosce che uno dei frutti del terremoto è stata la fondazione della comunità dei Servi. Era da anni che i membri del Focolare desideravano questa fondazione, e alla fine il Signore ce l’ha concessa.

La testimonianza di Luis ci ha fatto riflettere molto. Poi lui ci ha portati alla stazione d’autobus per tornare a Guayaquil. I ragazzi erano molto contenti e grati dell’esperienza.

Vedi album fotografico

 

Suor Clare

Hermana Clare

Cose da fare prima possibile

Un breve scritto di Suor Clare a una giovane di cui era guida spirituale. Solo alcune brevi, ma incisive parole. Cinque consigli e un...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok