Menu

NotizieNotizie del Focolare della Madre

Notizie 2016

Pellegrinaggio in Georgia

GA20171Pellegrinaggio per ragazze in Georgia (Stati Uniti), dal 26 al 29 dicembre 2016.

Il giorno dopo Natale, le Serve della comunità di Jacksonville, insieme a un gruppo di nove ragazze, sono partite da casa verso la Georgia in pellegrinaggio. All’inizio, pensavamo che nessuna ragazza si sarebbe iscritta, perché tutte quelle che invitavamo avevano altre cose da fare. Ma, alla fine, fu la Madonna a scegliere chi avrebbe partecipato. Infatti, noi abbiamo detto alle ragazze che erano lì grazie alla Madonna, e che Lei le aveva portate per parlare al loro cuore e per dare loro numerose grazie: pertanto, dovevano approfittare dell’occasione.

E, grazie Dio, così hanno fatto! Durante il viaggio in macchina abbiamo cantato, parlato, giocato... Fino a quando siamo arrivate alla nostra destinazione. La prima notte abbiamo cenato e siamo andate a riposare per poterci svegliare presto il giorno dopo e continuare il pellegrinaggio. Il giorno dopo siamo andate al Santuario del Santissimo Sacramento e al Monastero di Nostra Signora degli Angeli a Hanceville (Alabama). Questo Santuario è molto bello, e ha l’esposizione Eucaristica durante tutta la giornata, dato che le Clarisse che abitano nel Monastero hanno questo carisma dell’Adorazione.

GA20172

Abbiamo partecipato alla Messa nella cripta dove si trova la tomba di Madre Angelica, fondatrice del Monastero e del canale cattolico EWTN. Poi, abbiamo avuto la grazia di parlare con il sacerdote che assistette Madre Angelica duranti i suoi ultimi giorni sulla terra, e che celebrò l’ultima Messa per lei. Ci ha raccontato com’era la Madre e ha incoraggiato le ragazze a diventare sante come Dio le chiama ad essere, con i loro talenti, con le loro miserie, con il loro carattere, ecc. Nel pomeriggio, abbiamo avuto un incontro con due delle Clarisse del Monastero, che ci hanno parlato della loro congregazione religiosa e a cosa si dedicano, e hanno risposto a molte domande che avevano le ragazze. Era la prima volta che la maggior parte delle ragazze vedeva suore di clausura. Siamo partite dal Santuario contente e arricchite, le ragazze desiderose di combattere per la santità e di scoprire qual è la volontà di Dio per loro.

La mattina del giorno 28 dicembre abbiamo avuto la Messa, celebrata da un amico nostro, P. Guillermo. Poi le ragazze hanno avuto una riunione di formazione con le Suore nella quale hanno parlato del “niente” di questo mondo e del “tutto” che è Cristo: “Ritengo che tutto sia una perdita a motivo della sublimità della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore” (Fil. 3, 8). Nel pomeriggio, siamo andate nella parrocchia di P. Guillermo per l’esposizione del Santissimo. Per diverse ragioni, invece di avere una Ora Santa come pensavamo, abbiamo avuto due ore di preghiera. Le ragazze hanno considerato come una grazia il poter trascorrere questo tempo con il Signore, e, per molte, è stata la parte più bella del pellegrinaggio.

GA20174

La sera, abbiamo fatto un fuoco da campo e abbiamo avuto una sorpresa: la visita di Alvaro Vega, un rapper cattolico del Nicaragua, che è venuto a cantare alcune canzoni alle ragazze e a raccontare la storia della sua conversione. Ha cambiato la sua vita dopo aver letto L’Imitazione di Cristo. Leggendo questo libro, si è reso conto che aveva un’anima immortale da salvare, e che per questo doveva cambiare il suo stile di vita per avvicinare le anime al Signore. La sua testimonianza è un esempio vivo di qualcuno che ha sperimentato il vuoto del mondo e che ha scoperto che Cristo è tutto.

L’ultimo giorno del pellegrinaggio, siamo andate a Messa e poi abbiamo cominciato il viaggio di ritorno a casa. Durante il viaggio, abbiamo chiesto alle ragazze di riassumere il pellegrinaggio con una parola o una frase. Una delle ragazze ha detto che durante il pellegrinaggio “aveva scoperto cos’era la vera bellezza”. Un’altra ha detto che era stato “miracoloso”, perché il Signore aveva compiuto miracoli di grazia nella sua anima. Altre ragazze hanno ricevuto grazie molto grandi, come l’essere totalmente aperte alla Volontà di Dio, il che non è poco!

Il pellegrinaggio è stato breve ma intenso. La presenza della Madonna si è notata in ogni momento. Le ragazze, da parte loro, si sono sforzate di viverlo in tal modo che la Madonna si potesse sentire accolta tra noi. È stata Lei a scegliere chi ha partecipato, e Lei ci ha accompagnato sempre. Pertanto, la ringraziamo per questa opportunità di crescere nella fede, nella speranza e nell’amore.

Vedi album fotografico

 

Suor Clare

Hermana Clare

Tutto il tempo con emicranie

Carolina Aveiga : Spesso io faccio la vittima e devo imparare da suor Clare.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok