Menu
Categoria: Febbraio

vestidos1Iniziativa Valenziana di produzione di vestiti per i bambini poveri di tutto il mondo.

Pochi mesi fa abbiamo ricevuto una chiamata telefonica di una signora che si presentò come Inma e che domandò se il Focolare della Madre aveva delle missioni, se conoscevamo persone povere, ecc. Quando abbiamo risposto di sì, ci disse che aveva qualcosa che avrebbe potuto interessarci, ma che non poteva spiegarlo bene per telefono e che era meglio se veniva a casa nostra per mostrarcelo. Questo fu nostro primo incontro con Inmaculada Alabarta, Presidente dell’Associazione Madre Mazzarello – Amparito Baviera e professoressa delle Superiori. Venne al convento e ci portò alcuni esemplari di vestiti bellissimi. Subito abbiamo pensato alle bambine dell’Ecuador che sono assistite dalle Suore nelle nostre comunità in Ecuador.

Nella sua visita successiva, ci portò i primi vestiti fatti appositamente per le nostre bambine in Ecuador, e così iniziò la nostra collaborazione. È grandemente apprezzato il lavoro svolto da queste signore, che passano ore cucendo vestiti per bambini che non conoscono, ma che portano nel loro cuore. Recentemente, hanno fatto un sacco di vestiti per i cristiani che abitano nei campi di rifugiati. E non solo cuciono, ma cercano anche di venire incontro a qualsiasi altra necessità, nei limiti delle loro possibilità.

Ecco qui di seguito una lettera nella quale Inmaculada ci spiega l’origine e lo scopo dell’Associazione.

-Alle Serve del Focolare della Madre, Torrent (Valencia), Spagna.

vestidos2

ASSOCIAZIONE MADRE MAZZARELLO – AMPARITO BAVIERA

Il nostro laboratorio di cucito è nato in una famiglia cristiana che ha bevuto dal calice del dolore.

Per superare questo dolore per la perdita di un membro della famiglia, madre e figlia si unirono e trassero forza dalla loro debolezza pensando che ci sono molti bambini in questo mondo che vivono nella necessità di cose molto primarie.

Così è nata questa iniziativa per trasformare il dolore in dono e la morte in vita.

All'inizio erano madre e figlia, poi altre donne si sono unite, ognuna con la propria storia personale, ma tutte con un unico desiderio e con la certezza che nella condivisione si possono superare le prove e si può trovare vita e speranza dove non c’è ne più.

Attualmente siamo circa 60 signore, per lo più anziane, che mettiamo a disposizione le nostre capacità, il nostro lavoro e il nostro entusiasmo per “vestire gli ignudi”.

turin3

Abbiamo un unico scopo e un’unica speranza: mettere amore nei vestiti che facciamo in modo tale che quando i bimbi li ricevono possano ricevere l’amore che vogliamo trasmettere loro.

Inviamo tutto ciò che produciamo in più di 12 paesi, attraverso i volontari o missionari che lavorano nella zona. Così siamo arrivate in paesi diversi come Argentina, Messico, Etiopia, India, ecc…

E la cosa impressionante è che la maggior parte del materiale che usiamo per il nostro lavoro ci viene regalato: lana, stoffa, bottoni… materiale che non verrebbe utilizzato nelle nostre case, e che sicuramente andrebbe a finire nella spazzatura.

Ci sono anche alcune grandi aziende che si sono unite al nostro impegno regalandoci il materiale che ci serve.

Grazie a tutti questi benefattori, possiamo continuare a lavorare per far si che in qualche parte nel modo un bambino sia più felice.

Ringraziamo tutti coloro che collaborano con noi e invitiamo altri a unirsi al nostro piccolo e umile granello di amore per rendere questo mondo più felice.

-Inmaculada Alabarta
Presidente

Vedi album fotografico

 

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok