Menu

Notizie 2017

Campo estivo per ragazze in Italia 2017

campaitaliaCampo estivo per ragazze a Collio Val Trompia, Brescia (Italia), dal 23 al 31 luglio 2017.

Domenica 23 luglio le Serve delle comunità di Lumezzane (Brescia) e Brignano (Bergamo) partirono in autobus con un gruppo di 50 bambine, ragazze e animatrici verso Collio Val Trompia, un paese in montagna nella provincia di Brescia. Il paesaggio spettacolare che ci accompagnò durante tutta la settimana ci aiutò a elevare lo spirito e a disintossicarci dalle superficialità del mondo.

Il tema quest’anno, come in tutti i campi estivi del Focolare della Madre, è stato “La gioia di vivere”. Tutte le attività – giochi, canti, riflessioni, spunti per la preghiera, lavoretti, e anche le escursioni in montagna e al fiume. ruotavano intorno alla vera gioia della vita.

fatima3

I santi che ci hanno accompagnato durante il campo estivo sono stati San Filippo Neri e Sr. Clare. Ogni giorno avevamo un “grido”, cioè una frase di uno dei due, che ripetevamo tutta la giornata e che ci aiutava a lottare per vivere meglio la giornata. Alcune delle frasi sono state: “O tutto o niente!”, “Ad maiora natus sum” (Sono nato per cose più grandi), “Preferisco il Paradiso”. Davamo anche due premi speciali tutti i giorni: il premio “Sr. Clare” alla squadra più felice, e il premio “Madonna dei Campi Estivi” alla squadra che si distingueva per vivere meglio la virtù del giorno (l’ordine, l’obbedienza, ecc.).

Le tre canzoni principali del nostro campo estivo sono state “Il canto della speranza”, che parla della gioia di credere nella vita eterna del Paradiso; “Preferisco il Paradiso”, che Sr. Clare compose e cantava, e “All the people said Amen” dell’artista americano Matt Maher, che fu una delle ultime canzoni che Sr. Clare e le ragazze cantarono prima del terremoto nel quale sono decedute.

entrada3

Una notte abbiamo organizzato un fuoco di accampamento “serio”, e una Ora Santa. Ogni bambina e ragazza ha avuto l’opportunità di avvicinarsi a Gesù sacramentato per rivolgerGli una preghiera personale in silenzio. Si notava un vero clima di preghiera. Una delle bambine che aveva partecipato raccontò che aveva pregato per avere la forza necessaria per poter soffrire per la sua famiglia, come fece santa Giacinta di Fatima. Diceva: “Io ho paura, ma lo voglio fare”.

Perciò, ringraziamo il Signore: si percepiva veramente che era un campo estivo nel quale regnava la vera gioia. Abbiamo visto un cambio di atteggiamento nelle ragazze durante tutta la settimana del campo estivo.

Speriamo che tutte perseverino nei loro impegni e che non perdano ciò che hanno ricevuto.

Vedi album fotografico


S

Suor Clare

Hermana Clare

Cambiare costa e lottare stanca!

Karolina Vera: È una lettera che Sr. Clare mi consegnò sabato 9 aprile 2016, proprio una settimana prima del terremoto.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok