Menu
Categoria: Novembre

barbastro larga

Pellegrinaggio di ragazze a Barbastro, Zaragoza e Daroca (Spagna), ottobre 2018.

barbastro1

Giovedì, 11 ottobre, noi, un gruppo di 14 ragazze e 4 suore, siamo partite da Alcalá de Henares con due furgoncini, con la voglia di vivere alcuni giorni con nostra Madre, la Madonna, e con tanti martiri che hanno versato il loro sangue per amore a Cristo. Ci siamo dirette verso un piccolo paese chiamato San Jorge, dove abbiamo trascorso la notte.

Il giorno dopo, ci siamo alzate presto per andare alla Basilica della Madonna del Pilar. Per prima cosa abbiamo visitato il convento delle Madri Angeliche, le quali ci hanno raccontato la vita di Santa Genoveffa, una suora che ha sofferto molto sin da piccola e ciò le ha permesso di crescere in amore e di arrivare in Paradiso. Poi siamo andate alla Messa del Pilar e abbiamo potuto baciare il pilastro dove nostra Madre apparve all'apostolo Giacomo nel primo secolo del cristianesimo. Nel pomeriggio la “Pilarica” ci aveva preparato un grande regalo: poter pregare il rosario in una cappella laterale della Basilica. Così abbiamo potuto cantare e pregare molto vicino al luogo dove è iniziata la fede cattolica in Spagna.

barbastro2

Il giorno seguente siamo andate a Barbastro e abbiamo visitato il museo dei martiri clarettiani, i quali diedero la vita durante la persecuzione religiosa in Spagna nel 1936. Abbiamo chiesto, davanti alle reliquie di questi giovani seminaristi martiri, la grazia di vivere la nostra vita come i martiri e, dopo un momento di preghiera, siamo andate a Puello, un ex-monastero benedettino dove risiedono ora i monaci contemplativi del Verbo Incarnato. Dopo pranzo siamo andate al luogo del martirio di questi giovani clarettiani per pregare un rosario e cantare la canzone “Per te, mio Re, il sangue dar”. Sentivamo che loro stavano cantando con noi. Poi abbiamo potuto ascoltare la storia di 18 martiri benedettini del Puello e venerare i loro resti.

L'ultimo giorno, il 14 ottobre, lungo la strada per Alcalá, siamo passate per Daroca, dove abbiamo contemplato un miracolo eucaristico che ci ha colpito e ci è piaciuto molto (nel 1239 alcune ostie consacrate, nascoste nei corporali durante uno scontro armato, furono ritrovate intatte ma inzuppate di sangue). Dopo pranzo siamo tornate ad Alcalá con un cuore pieno e con un grande desiderio di donarci al Signore.

Ringraziamo la Madonna e i nostri fratelli martiri per tutte le grazie ricevute. Viva “la Pilarica”! Per te, mia Regina, il sangue dar!

 Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Identificati con Suor Clare

Ceci Paredón (Messico): Vi ringrazio enormemente per averci permesso di conoscere Suor Clare e lasciarci contagiare e ispirare con la sua testimonianza.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok