Menu
Categoria: Novembre

lossantos larga

Celebrazione della festa di Tutti i Santi a Valencia (Spagna), 31 ottobre – 1º novembre 2018.

lossantos1

Nella comunità di Valencia abbiamo voluto celebrare la festa di Tutti i Santi come un festival di luce in contrasto con la "festa del buio" che è Halloween. Nel mezzo di un ambiente pagano e nel culto della morte e del diavolo, abbiamo vissuto un paio di giorni di incontro e gioia, offrendo un'alternativa a coloro che vogliono mettere Cristo al centro e ricordare che siamo in cammino verso il Paradiso.

Il 31 ottobre noi suore ci siamo riunite con un gruppo di 12 ragazze e abbiamo condiviso una cena attorno a un'immagine di nostra Madre, la Madonna, conoscendoci e chiacchierando amichevolmente, dato che le ragazze erano di diverse età e di diversa provenienza e per alcune era la prima volta che partecipavano a un'attività del Focolare. Poi abbiamo fatto un gioco molto divertente in cui è stata messa alla prova la capacità di ognuna nelle diverse fasi del gioco. Le prove sono state preparate come una rappresentazione della lotta spirituale e di come dobbiamo affrontare i nemici dell'anima con coraggio. Prima di concludere la giornata, abbiamo avuto un'Ora Santa dedicata al Sacro Cuore di Gesù, in riparazione alle offese che riceve in quei giorni e come un atto d'amore verso il Suo Cuore, che ci ama così tanto. Abbiamo ricordato che presto inizierà un anno speciale in Spagna, visto che è il centenario della consacrazione del paese al Cuore di Gesù (30 maggio 1919) e la celebrazione a livello nazionale si estende dal 2 dicembre di quest'anno al 24 novembre 2019.

Abbiamo iniziato il 1º novembre con la colazione dove abbiamo parlato delle grazie ricevute in altri anni durante la festa di Tutti i Santi - è un buon momento per fare pellegrinaggi -. Poi abbiamo avuto un momento di preghiera nella cappella per approfondire il significato della festa che stavamo celebrando. Successivamente, abbiamo preparato il pranzo e il dolce con cui avremmo invitato le persone affinché partecipassero alla festa di Tutti i Santi, che avremmo avuto quel pomeriggio. Poi siamo andate a Messa e nell'omelia il sacerdote ci ha detto di "rivestirci di Cristo" e di essere testimoni della nostra fede nel mondo, nel nostro ambiente. Prima di mangiare, c'è stato un momento di canti e giochi, che hanno stuzzicato l'appetito. Abbiamo potuto mangiare all'aperto, con un "picnic", visto che il Signore ci ha regalato una giornata soleggiata e piacevole. Nel pomeriggio le ragazze si sono preparate e si sono travestite da santi e sono uscite per accogliere le persone che stavano arrivando alla festa.

lossantos2

Alle 17 ci siamo riuniti: un grande gruppo di persone di tutte le età, del Focolare, delle nostre parrocchie e altri amici, quasi tutti travestiti da santi. Vale la pena menzionare un piccolo coro con membri francesi e una donna siriana che ha cantato per ricordare i nostri fratelli cristiani perseguitati in Medio Oriente. Nel refettorio del Monastero della Trinità abbiamo scoperto tutti i nostri interessantissimi ospiti. Ognuno è venuto a presentarsi e abbiamo indovinato ogni santo. Ce n'erano di tutti i tempi, alcuni più noti, altri meno. Da Ruth la moabita che meritò di essere la ascendente del Re Davide, fino ai santi più "moderni" del XX secolo - di alcuni è ancora in corso il processo di canonizzazione - passando attraverso i martiri di tutti i tempi e di tutte le culture. Nello specifico, c’erano numerosi martiri romani e martiri cinesi. C'erano mariti cristiani santi.

C'era anche S. Edith Stein, prima e dopo il suo ingresso nel Carmelo. E persino la Sacra Famiglia con l'autentico e bellissimo Bambino Gesù. Erano particolarmente simpatici un padre e suo figlio di 2 anni che rappresentavano due santi polacchi: rispettivamente San Massimiliano Kolbe e San Giovanni Paolo II. Non mancava Santa Anna, che ci ha rivolto delle parole molto sagge: "Non mollate mai la mano di mia Figlia. E mio Nipote, ascoltatelo! Ascoltatelo! "

Abbiamo finito con una merenda durante la quale abbiamo colto l'occasione per parlare con tutti i partecipanti. Eravamo tutti molto contenti della celebrazione. È stata una bellissima serata in cui abbiamo imparato nuove cose sui fratelli che ci aspettano in Cielo e abbiamo ricordato che la chiamata alla santità è per tutti.

 Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Sono tornato in seminario

David Donaghue (Inghilterra): Stavo per lasciare il seminario. Vedendo la testimonianza di Sr. Clare ho ricevuto una grande grazia e sono tornato in seminario. Con la grazia di Dio, sarò ordinato sacerdote il 20 luglio 2019.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok