Menu
Categoria: Novembre

loeches larga

Incontro per famiglie nel Monastero di Loeches (Spagna), 17 novembre 2018.

convisloeches1

Come è ormai tradizione sabato 17 novembre il Monastero dell'Immacolata Concezione di Loeches, alla periferia di Madrid, ha ospitato il nostro incontro mensile per le famiglie. Dopo il momento dell'accoglienza, siamo andati in cappella per nutrirci del Pane di vita nell'Eucaristia presieduta da Padre Colum Power, Servo della comunità del Focolare della Madre. Durante l'omelia il Padre ha condiviso con noi i pensieri che lo hanno assalito negli ultimi giorni sul bisogno di morire a se stessi e di pregare con insistenza. Ha anche specificato che lo stare assieme non è solo un incontro con gli altri, perché qualsiasi altra circostanza sarebbe propizia per condividere esperienze e per parlare, ma, soprattutto, è un momento di silenzio interiore per chiederci se stiamo facendo ciò che il Signore vuole e per sentire la Sua voce.

In accordo con queste parole, dopo la Messa abbiamo trascorso un tempo prezioso di adorazione eucaristica. Padre Colum ci ha dato alcuni spunti di preghiera relativi a ciò che chiamava scherzosamente "la teologia degli animali": ci ha parlato dei simboli di ciascun animale che appaiono nella Bibbia. A quale animale si è confrontato il Signore stesso? Non ha scelto il leone o l'aquila, ma una gallina che si prende cura dei suoi pulcini. Che immagine tenera! Poi ci ha lasciato del tempo di silenzio, mentre lui è rimasto in sacrestia per coloro che avevano bisogno di confessarsi.

convisloeches 2

Dopo aver riposto il Santissimo Sacramento, ci siamo messi ad apparecchiare tutti insieme la tavola e a preparare il cibo che ciascuno aveva generosamente portato per condividerlo con gli altri. Dalla zuppa d'aglio alle tortillas, torte salate, crocchette, ... e una grande varietà di dessert, tutti preparati con molto amore!

Il pranzo è stato il momento in cui abbiamo potuto chiacchierare e conoscerci, perché nostra Madre non smette mai di sorprenderci con volti nuovi che vengono per le ragioni più diverse che possiamo immaginare. Ad esempio, una ragazza è venuta da Cáceres per incontrarci, solo perchè ha visto "per caso" un video di Sr. Clare su internet e desidera tanto saperne di più sul movimento.

La conversazione alla fine del pranzo si è dilungata, tanto che un piccolo gruppo di suore ha portato i più piccoli al parco. Quando abbiamo sparecchiato e pulito la sala da pranzo (che piacere è quando tutti ci diamo da fare e finiamo subito!), siamo andati a pregare il rosario camminando all'aperto attraverso il grande patio del Monastero. Quel momento mi è piaciuto particolarmente, perché mi sembrava molto bello cantare alla Vergine Maria tra un mistero e l’altro, sotto un soleggiato cielo autunnale. Inoltre, molte persone hanno colto l'occasione per confessarsi quando sono arrivati altri Servi del Focolare.

Infine, abbiamo avuto un incontro di formazione che P. Colum ha iniziato basandosi sulla conversione di Joseph Pearce e della sua autobiografia spirituale: “Race with the Devil: My Journey from Racial Hatred to Rational Love” [N.d.R.: “Carriera con il diavolo: dall'odio razziale all'amore razionale”]. Pearce aveva una forte ideologia razzista, i suoi articoli e le sue azioni rivoluzionarie in tutto il Regno Unito lo portarono due volte in prigione negli anni ‘80. E fu proprio in prigione l'incontro con Cristo e l'inizio del suo percorso di conversione.

Il nostro incontro non riguardava la sua storia, ma questo è stato il punto di partenza per riflettere su come siamo manipolati e su cosa possiamo fare per resistere (se è ciò che il Signore ci chiede). Per far sì che questo non rimanesse un "dialogo inutile", nel quale ciascuno faceva commenti pessimisti e raccontava aneddoti per confermare "quanto stanno andando male le cose", Padre Colum ci ha incoraggiati ad uscire rinnovati da quell’incontro, a chiederci che cosa fa ognuno di noi per combattere contro il peso del peccato nella società. Per fare questo, la prima arma che possiamo usare è passare almeno 15 minuti in preghiera ogni giorno. Se non lo facciamo, tutto il resto può rimanere un puro attivismo.

-di Esperanza Marín

 Vedi album fotografico

Suor Clare

Hermana Clare

Mi ha spinto a dire sì

Carmen Pérez (Spagna): La storia di Suor Clare mi ha aiutato molto in un momento di decisione. Vidi il documentario “O tutto o niente” proprio qualche giorno prima di fare un’esperienza vocazionale in un convento.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok