Menu
Categoria: Dicembre

misionarroyo1

Missioni di Natale ad Arroyomolinos (Madrid), Spagna, 16 dicembre 2018.

misionarroyo2

Dal 3 settembre 2018 noi Serve del Focolare della Madre svolgiamo il nostro apostolato nel Comune di Arroyomolinos, Madrid. La maggior parte dei residenti sono giovani famiglie che hanno lasciato la città in fuga dal caos, una città che ha 33.000 abitanti e che si sta ancora espandendo.

Per quanto riguarda la fede, regna l'ignoranza e la totale indifferenza verso un Dio così buono che ci porta la salvezza. Ecco perché, a Natale, abbiamo deciso di intraprendere una missione per raggiungere ogni casa e consegnare, da parte della parrocchia, un Gesù Bambino per ricordare chi è il protagonista e qual è il vero significato di queste feste sacre in cui si ripete quello che dice San Giovanni: "Venne tra i Suoi e i Suoi non Lo hanno accolto".

Il parroco e i parrocchiani più vicini erano entusiasti dell'idea. Abbiamo formato un gruppo di missionari: famiglie, bambini, giovani e donne, con una fede così viva che né l'età né la malattia impedivano loro di uscire per annunciare la gioia della vita cristiana.

Come preparazione, l'intera parrocchia ha fatto una novena al nostro Santo Patrono, San Francesco Saverio. Ad ogni Messa, don Juan Cerrato, parroco, ha posto questa intenzione sull'altare. La preghiera è stata la preparazione più efficace.

Domenica 16 dicembre 2018 è stato il grande giorno della Missione. Alle 12.00 abbiamo avuto la Messa di invio missionario nella chiesa "La Assunzione" con una speciale benedizione per i missionari e l'imposizione della croce missionaria a ciascun membro del gruppo. Successivamente, siamo andati nell'altra chiesa, "Sant’Angela della Croce", per mangiare insieme e conoscerci un po 'di più. Al termine, abbiamo tenuto una breve riunione per spiegare in che cosa consisteva la missione e consegnare il kit della missione a ciascun gruppo. Prima di uscire per le strade, ci siamo messi alla presenza del Santissimo Sacramento. Il Santissimo Sacramento è stato esposto durante il periodo della missione in modo che il gruppo di preghiera della parrocchia potesse pregare per i missionari.

convis inmaculada2

Abbiamo nominato ogni piccolo gruppo, 23 in totale, la maggior parte di loro erano famiglie numerose che uscivano con i loro figli, piccoli, adolescenti ... pronti ad evangelizzare. Ogni gruppo è passato ai piedi del presbiterio per ricevere la benedizione e ... nel Suo Nome siamo usciti per lanciare le reti. Ai gruppi erano assegnate una serie di strade dove portare Gesù Bambino.

La missione era dalle 17.00 alle 20.30 e consisteva nell'andare di casa in casa portando una piccola statuina di Gesù Bambino che era avvolto in carta da regalo e una biglietto di auguri di Natale da parte della parrocchia e gli orari delle Messe di quei giorni.

Quando arrivavamo ad una casa dicevamo che eravamo lì da parte della parrocchia di Arroyomolinos per dare loro un regalo di Natale. Per la verità le impressioni della gente sono state molto diverse. In molte case non ci hanno nemmeno aperto le porte; invece nelle case in cui riuscivamo a farci aprire, la prima impressione è stata di sfiducia,perché le persone non si fidavano completamente del fatto che avremmo dato loro un dono e che non volevamo nulla in cambio. Dopo aver spiegato un po’ quello che stavamo facendo e che ciò che volevamo fare era ricordare alle famiglie che la cosa più importante del Natale è che Gesù è nato per salvarci, molti di loro sono rimasti piacevolmente sorpresi dal fatto che la parrocchia avesse avuto quel dettaglio nei loro confronti. Nelle case in cui ci permettevano di entrare, abbiamo cantato con loro un canto natalizio a Gesù Bambino, e, se lo volevano, potevamo pregare per la famiglia o per qualsiasi necessità avessero.

Alla fine del tempo previsto per la missione, ci siamo riuniti (tutti quelli che potevano) nella chiesa di "Sant’Angela della Croce" per raccontare le nostre esperienze. In generale, tutti abbiamo avuto un'esperienza molto positiva e ci siamo resi conto del bene che abbiamo potuto fare solo con tre ore donate al Signore per andare ad evangelizzare.

La cosa triste è che è stato ripetuto quel primo Natale in cui la Sacra Famiglia non ha trovato un luogo in cui il Bambino potesse nascere. Molte porte infatti non si sono aperte, o, se si aprivano si richiudevano immediatamente nel vedere chi c'era dall'altra parte. Questo è ciò che Gesù fa ogni giorno con ogni anima. Chiama e chiama ancora, insiste al momento opportuno e non opportuno per entrare e dare all'anima ciò di cui ha più bisogno: la salvezza.

Noi missionari, come Gesù, non possiamo smettere di chiamare e insistere. Perché, come all’amico inopportuno del Vangelo, grazie al fatto di essere invadente, forse alla fine ci apriranno la porta e ci lasceranno entrare ... e Lo lasceranno entrare.

Questa missione è stata il punto di partenza di un gruppo missionario che è già attivo in questa parrocchia di Arroyomolinos e che continuerà a svolgere missioni e, sognando in grande, fino a quando Gesù potrà entrare in ogni casa e in ogni cuore.

Suor Clare

Hermana Clare

Spunti di meditazione di suor Clare

Chiedi al Signore cosa vuole da te. SMETTI di fare ciò che vuoi, ciò che ti fa sentire bene, e INIZIA a fare la volontà di Dio... Solo allora incontrerai la vera felicità.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok