Menu

Rivista H.M.La Rivista H.M. è una pubblicazione bimestrale in cui troverai tutto ciò che stavi cercando: Interviste, iniziative, testimonianze, formazione, notizie, Papa Francesco, vita...

Categoria: Esperienze

É Compatible

honestidad1

Di Félix Sánchez

“In questa azienda si sono modellati molti dei Con ciò si ottiene non solo di migliorare l’azienda nei suoi aspetti economici, ma persino valori della Dottrina Sociale della Chiesa. creare in essa un clima di famiglia e di fiducia, e anche diffondere il Vangelo.“

In un’occasione assistetti a una riunione di “Economia di comunione” con i Focolarini, e alcuni di loro raccontarono la loro esperienza come impresari di comunione. L’ “economia di comunione” è un tipo di economia che cerca di mettere in pratica i principi della Dottrina Sociale della Chiesa. Nelle aziende di comunione i guadagni dell’azienda si dividono in tre parti; una parte si dedica alla propria azienda, un’altra si dedica a far conoscere questo tipo di aziende e una terza parte si dà ai poveri: di solito è creando un’azienda di questo genere per dar loro lavoro. Si cerca di favorire un tipo di economia in cui si tenga conto della gente, dei poveri e degli esclusi della società. Si alzò per parlare un uomo di circa 50 anni di Siviglia. Era sposato e aveva lavorato come dirigente in una multinazionale. Raccontò che, con la crisi, dalla sera alla mattina, nell’azienda si fece una riorganizzazione del lavoro e licenziarono lui assieme a molti altri dipendenti. E l’azienda non guardò se doveva pagare l’appartamento o se aveva figli o qual era la sua situazione. Semplicemente l’azienda aveva bisogno di ridurre le spese e questa era la soluzione. Ebbene, a partire da questo, siccome egli era avvocato e aveva una certa preparazione, si arrischiò a mettere su la sua azienda.

honestidad2In concreto, la Giunta dell’Andalusia offriva la possibilità di ricevere sovvenzioni per fare dei ricoveri per anziani, e quest’uomo chiese una di queste sovvenzioni per fare un ricovero per 60 anziani. E iniziò il suo lavoro come impresario, ma egli era integrato nel movimento dei Focolarini, e come cattolico convinto voleva mettere su una di queste “aziende di comunione”. Ben presto sorse un problema morale. Riuscì a predisporre solo un edificio con una capienza di 50 anziani, mentre egli aveva chiesto una sovvenzione per mettere in piedi un ricovero per 60 persone. Egli, come cristiano, sentiva che doveva andare a restituire quello che non gli spettava, visto che la sovvenzione era per 60, per cui si rivolse all’amministrazione competente della Giunta per restituire quello che doveva restituire. L’impiegato della Giunta rimase del tutto sorpreso. Disse che quel caso non era mai avvenuto. Anzi, non esisteva un modulo per fare quella pratica, per cui quello che doveva fare era andarsene tranquillo a casa sua perché non si poteva fare quella pratica. Così fece, ma trascorsi alcuni giorni pensò che doveva insistere di nuovo perché non gli sembrava corretto essersi tenuto dei soldi della Giunta che non gli spettavano.

Inoltre, nelle aziende di comunione non c’è una “contabilità B” di nessun tipo, e devono pagare religiosamente le imposte che competono loro. Ebbene, raccontò che fu fatto un modulo apposta solo per lui, e gli fu data persino una piccola multa. Tuttavia la sua onestà fu premiata perché, a partire da questa situazione, sempre quando c’era qualche genere di sovvenzione per i ricoveri per anziani, la Giunta dava la priorità alla sua azienda, perché sapevano che avrebbe usato i soldi bene e onestamente, per ciò per cui gli erano stati concessi. E bisogna constatare che nella Giunta comandano i socialisti! Poi avvenne che nel ricovero giunsero ad avere 50 anziani, ma quando la crisi si acutizzò, persero degli anziani, perché i figli si portavano i genitori a casa loro per riscuotere la loro pensione e vivere di essa tutta la famiglia, visto che in molti casi avevano perso il lavoro e non c’era un altro modo per andare avanti.

 

honestidad3

In questo modo il numero di anziani nel ricovero scese, per cui si vide obbligato a convocare tutti i lavoratori e a esporre loro la situazione. Disse loro che il numero di anziani era sceso a 40 e che, se questa tendenza continuava, le entrate non sarebbero state sufficienti per mantenere l’organico con gli stipendi di quel momento, così che voleva che tra tutti trovassero una soluzione, perché lui non voleva buttare fuori nessuno. Gli stessi impiegati parlarono di fare delle ore extra gratis, di rinunciare a giorni di vacanza, e persino, se non rimaneva altro rimedio, di abbassare lo stipendio a tutti, in modo proporzionale. In tutto questo si includeva egli stesso, che era il capo. Come conseguenza di questo la sua azienda uscì piuttosto bene dalla crisi, e diversamente da altri ricoveri non dovettero licenziare nessuno. Gli impiegati sentono che quella azienda è qualcosa anche loro, e si sentono amati dalla direzione dell’azienda: amati e valorizzati. Diceva anche che ha verificato che la mobilia di solito dura di più che in altri ricoveri perché gli impiegati si sentono amati e trattano meglio le cose dell’azienda. Si spende di meno nella pulizia e nel mantenimento, e gli anziani sono trattati meglio perché tutti sono coinvolti molto di più nell’azienda. Come conseguenza, regna un ambiente di fiducia che si tratta di favorire con riunioni periodiche per affrontare assieme i problemi che si presentano, ascoltando tutti prima di decidere, perché nella politica dell’azienda i lavoratori sono il valore più importante. In questa azienda si sono modellati molti dei valori della Dottrina Sociale della Chiesa. Con ciò si ottiene non solo di migliorare l’azienda nei suoi aspetti economici, ma persino creare in essa un clima di famiglia e di fiducia, e anche diffondere il Vangelo. A un impiegato che hai amato puoi parlare di Cristo, perché il suo cuore è già aperto a ciò che gli puoi dire. Spiegandogli che questo genere di azienda è quella che propugna la Dottrina Sociale della Chiesa, vede la Chiesa in un altro modo. Lo immunizza contro le menzogna dei nemici della Chiesa. La Dottrina Sociale della Chiesa, essendo come un’ulteriore espressione del Vangelo di Cristo, è uno strumento dal quale non possiamo prescindere per attrarre le anime alla salvezza.

©Rivisti HM; º192 Settembre-Ottobre 2016

 

Suor Clare

Hermana Clare

Sono tornato in seminario

David Donaghue (Inghilterra): Stavo per lasciare il seminario. Vedendo la testimonianza di Sr. Clare ho ricevuto una grande grazia e sono tornato in seminario. Con la grazia di Dio, sarò ordinato sacerdote il 20 luglio 2019.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok