Menu

Rivista H.M.La Rivista H.M. è una pubblicazione bimestrale in cui troverai tutto ciò che stavi cercando: Interviste, iniziative, testimonianze, formazione, notizie, Papa Francesco, vita...

Categoria: Esperienze

Di Sr Emma Haynes, SHM

mama2

Conosco qualcuno in cattiva salute per il quale una cosa molto semplice come salire le scale diventa un atto eroico e a volte qualcosa di quasi impossibile. Sale un po’ alla volta con molta difficoltà, mentre prega dei Padre Nostro e delle Ave Maria. A volte non sa se arriverà in alto. Quando arriva al giro scala il suo sguardo si rivolge al quadro di Nostra Signora di Guadalupe che lo presiede e con cuore di figlio dice: “Beh, Mamma, eccoci qui, siamo arrivati”.

La sua fiducia nel Signore e in nostra Madre è ciò che fa sì che vada avanti e ciò che fa sì che, malgrado ogni giorno perda sempre di più le forze, affronta le scale e si mette a salirle fino a quando ormai non potrà veramente più farlo.

A volte la nostra vita può sembrare come il salire le scale per questa persona: arduo e difficile, e la meta ci può sembrare a volte irraggiungibile. Tuttavia dobbiamo continuare nella fede e con perseveranza, sapendo che non siamo soli. Da fuori potrebbe sembrare che questa persona ammalata sale da sola e che il suo unico sostegno è il corrimano a cui si afferra, ma se guardiamo da vicino vediamo che la segue lo sguardo di qualcuno che la ama, la incoraggia e la aiuta, lo sguardo di una Madre. Questa Madre è la Vergine Santissima. Succede lo stesso nella nostra vita, Ella c’è. Non cessa di guardarci, e il Suo guardare non è un guardare passivo ma molto attivo, quando ci guarda ci sta anche aiutando, assistendo, sostenendo. Può essere che questa presenza si senta più o meno, ma non dobbiamo dubitare di essa. Molti santi hanno fatto della loro vita veramente una vita mariana, avvicinandosi a Maria per stare più vicini a Gesù. Facciamo anche noi lo stesso. Se continuiamo sempre avanti guardando Gesù e Maria, potremo salire su quelle “scale” che portano in Cielo e arriveremo e diremo alla Vergine anche noi: “Mamma, siamo qui, siamo arrivati”.

©Rivista HM; nº193 Novembre-Dicembre 2016

Suor Clare

Hermana Clare

Nessuno l’aveva dimenticata

Clare Hernàndez (Stati Uniti): Questo muro cadde in frantumi quando me ne dovetti andare da quel Paese così bello. Era come se Suor Clare fosse lì, dappertutto.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok