Menu

Rivista H.M.La Rivista H.M. è una pubblicazione bimestrale in cui troverai tutto ciò che stavi cercando: Interviste, iniziative, testimonianze, formazione, notizie, Papa Francesco, vita...

Vita Spirituale

Litmanová

litmanova885

L’IMMACOLATA PUREZZA

Di Sr. Zdenka Mª Turková, SHM

Il 5 agosto 1990 Litmanová, un piccolo paese di tradizione cattolica bizantina nelle montagne del Nord della Slovacchia, ricevette la visita della Santissima Vergine che si presentò con il titolo di Immacolata Purezza.

litmanova320

Tre bambini, Ivetka Korcáková di 11 anni, Katka Ceselkovâ di 12 e Mitko Ceseka di 9 anni, mentre stavano giocando sul monte Zvir a 3 km dal loro paese, iniziarono a sentire dei rumori provenienti dal bosco circostante. Presi dalla paura andarono a rifugiarsi in un fienile di legno, proprietà del padre di Ivetka, ma anche lì continuavano a sentire i rumori che erano sempre più forti. Era come se qualcuno stesse buttando giù legna dalla cima del monte. Pieni di paura i bambini iniziarono a pregare. A Ivetka venne in mente una preghiera improvvisata: “Maria, Madre nostra, nascondici sotto il Tuo manto”. Lo ripeterono tre volte e un profondo pentimento per i loro peccati e per la loro tiepidezza religiosa, invase le loro anime. In quel preciso momento la stanza si inondò di luce. All’inizio i bambini pensarono che fosse la luce del sole, ma all’improvviso in mezzo a quella luce apparve la Vergine Maria. Si sedette su una panca davanti ai bambini e li guardava. Nessuno osava dire a voce alta nulla di ciò che stavano vedendo, finché Katka osò domandare: “Ivetka, non vedi qualcosa sulla panca?” Ivetka le rispose: “Vedo la Vergine Maria”. “Anch’io”, proseguì Katka.

La descrissero a vicenda e tutto coincideva. La Vergine Maria sembrava essere in un profondo raccoglimento, indossava un vestito bianco, un manto azzurro, un velo azzurro trasparente, una corona sulla testa e un rosario tra le mani. I bambini Le promisero di andare durante la settimana ogni girono in chiesa. Sorpresi dall’apparizione e senza sapere come reagire, uscirono dal fienile e tornarono al paese. La Madonna li accompagnò lungo tutta la strada. Nell’arrivare alla croce all’entrata del paese, si inginocchiò e si fece il segno di croce. Ormai dentro il paese scomparve un po’ alla volta dalla loro vista. Quel giorno nessuno credette ai bambini e il parroco proibì loro di parlare di ciò. Ma quella notte stessa la madre di Katka sognò con la Vergine Santissima che le diceva: “Non dubitare di nulla, solo credi”.

E iniziarono una serie di apparizioni che dureranno 5 anni.

Subito si diffuse la notizia di tale avvenimento e un’immensa moltitudine di persone iniziò a recarsi in pellegrinaggio in quel luogo. Vedevano che le ragazze rimanevano in estasi, senza prestare attenzione attorno a sé, neppure se le toccavano o se facevano dei gesti. Seguivano la loro “visione” con un soave sorriso.

litmanova240

All’inizio apparve loro varie volte al mese, soprattutto la domenica e i giorni di festa. Dal 3 marzo 1991 apparve loro solo la domenica dopo il primo venerdì del mese. Inoltre la Madonna benedisse una sorgente a 100 metri dal posto e raccomandò di bere da quella sorgente.

Nel solo anno successivo alla prima apparizione più di un milione di persone si erano già recate in pellegrinaggio in quel luogo scosceso. Una cifra enorme per un paese di 6 milioni di abitanti.

La gerarchia cattolica di rito bizantino iniziò quell’estate a investigare ufficialmente sugli avvenimenti e ad assistere pastoralmente le persone che arrivavano a Litmanová. Un membro della commissione investigatrice dal 1991 fu Padre Marian Potas, Provinciale dell’Ordine Monastico di San Basilio il Grande. Nel 1993 Padre Potas spiegò: “La commissione del nostro vescovo registra ogni genere di casi. Abbiamo il caso di una signora che era paralizzata da circa 14 anni, con mezzo corpo paralizzato e che non poteva camminare. Delle donne la portarono al monte, bevve dalla sorgente, pregò e scese camminando con i suoi piedi. Un ragazzo aveva la leucemia, e oggi è soldato, il medico dell’esercito ha confermato che era sano”. “Non credo che quelle ragazze siano una frode. Molti si sono convertiti a Litmanová. Significa che la Vergine ha scelto questo monte, e questo è un dato di fatto”.

litmanova320 2

La Chiesa ha fatto varie indagini, e non ha mai trovato nulla che vada contro la morale o la dottrina cristiana. Il 7 settembre 2008 l’Arcivescovo di Presov, Mons. Ján Babjak, dichiarò luogo di pellegrinaggio la cappella dedicata all’Immacolata Concezione, costruita sul monte Zvir.

La Madonna ha ripetuto varie volte la Sua preoccupazione per il crescente materialismo della Slovacchia e di tutto il mondo, che porta gli uomini a commettere molti peccati e a dimenticarsi di ciò che è veramente importante: la loro relazione con Dio.

“Non posso guardare ai peccati della Slovacchia! I miei figli sono sazi di tutto, hanno troppe cose, e per questo non venerano né mio Figlio né Me. Mio Figlio manderà sulla Slovacchia una sciagura. Ma se la gente si convertirà e comincerà a pregare con fervore ed umiltà, la sciagura si allontanerà». La Vergine si mostra triste e aggiunge: «Diffondete questo messaggio in tutta la Slovacchia! Chiedo che il popolo di tutta la Slovacchia venga a pregare su questo monte che Io ho santificato!” (11 novembre 1990).

litmanova320 3

“La gente ha troppe cose e per beni materiali gli uomini sono capaci di uccidere!” (18 novembre 1990). Ma il frutto amaro del materialismo è il vuoto: “Avete il cuore tanto vuoto e la vostra vita non si riempie” (6 dicembre 1992).

Il 2 dicembre 1990 la Vergine Maria rivelò il Suo nome. Quel giorno indossava un vestito bianco con un bordo dorato e un velo trasparente.
Le bambine Le chiesero come si chiamava ed Ella rispose:
- “Io sono l’Immacolata Purezza”.
- “Da dove vieni?”
- “Io vengo dal Cielo”.

La purezza del cuore è il tema centrale delle apparizioni. Purezza prima di tutto come pulizia dal peccato, unita a una lotta sincera e senza tregua per evitarlo. Ma anche purezza come autenticità, semplicità e trasparenza. “Desidero che questo mese siate particolarmente puri di cuore perché questo mese è dedicato a Me. La vostre preghiere saranno ascoltate in modo particolare, ma devono essere sincere e uscire da un cuore puro” (5 maggio 1991).

La Vergine Maria venne per avvisarci, ma anche per proporci rimedi. Tra di essi c’è in modo particolare la recita del rosario: “Per guarire dalle malattie fisiche e psichiche occorre pregare ogni giorno il santo rosario per intero (i misteri gaudiosi, dolorosi, gloriosi), fare digiuno il mercoledì e il venerdì e bere l’acqua della sorgente di questo monte”. (2 dicembre 1990). Inoltre l’offrire preghiere e digiuni per la salvezza delle anime: “Non sapete come ho bisogno delle vostre preghiere e dei digiuni per la conversione di coloro che si stanno perdendo. Quanto hanno disperatamente bisogno del vostro aiuto i Miei figli che si sono allontanati dalla retta via! Per favore, aiutatemi” (4 luglio 1993).

“Per favore, pregate... Non sapete quanto vi aiuterà. Avete così poco tempo! Miei cari, siate come bambini, perché solo i bambini sanno ciò che è vera preghiera” (8 novembre 1992).

L’ultima apparizione avvenne il 6 agosto 1995. Sul monte Zvir risuonano le seguenti parole, in mezzo ai singhiozzi dei presenti nell’ascoltare che questa apparizione sarebbe stata l’ultima:

litmanova320 4

“Miei cari figli! Questa apparizione è l’ultima qui. Vi amo e vi ringrazio tutti per quello che avete fatto qui per Me...

Miei amati figli, volevo farvi svegliare dal sonno della vuotezza e farvi capire che per questo tempo avete bisogno di conversione. Vi prego, vi prego! Rimango presente su questo monte. Ora cominciate a riflettere sui miei messaggi. Rimanete per questo tempo nel mio Cuore, poiché avete bisogno di essere più semplici e vigilanti... Viene un tempo che è già qui... Rimanete dunque come bambini, completamente liberi per Dio. Vi prego, meditate ciò che vi dico. Vi amo e vi aspetto in cielo...”.

Le parole di Maria Santissima sicuramente parlano da se stesse. Ella ci invita a rimanere nel Suo Cuore. Dobbiamo soffermarci sulle Sue parole. Che cos’è questo “sonno della vuotezza”? Sono forse il materialismo, l’impurità, l’indifferenza verso Dio e verso i nostri fratelli, le comodità, la mediocrità? È urgente che ci convertiamo, che prendiamo sul serio che Cristo ha dato la Sua vita per noi, che finalmente viviamo per Dio, che facciamo di Lui il vero centro della nostra vita. Quante cose possiamo imparare attraverso le Sue parole!

Non sappiamo quanto tempo abbiamo. Colei che chiamò se stessa la Immacolata Purezza ci mostra la strada. Pulire il nostro cuore da ogni peccato e falsità, per essere come bambini innocenti di fronte a Dio. Adattare la nostra vita al Vangelo per iniziare a vivere per l’Amore e così poter raggiungere la gioia del Cielo.

©HM Rivista; nº201 Marzo-Aprile 2018

Suor Clare

Hermana Clare

Suor Clare e i cristiani perseguitati

Karolina Vera : Sr. Clare stava vivendo come una vera cristiana, morendo ai suoi gusti e desideri. Mi disse che avevamo una grande...

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok