Menu
Categoria: Novembre

siervoslum largo

Incontro per ragazzi al Visello (BS), dal 3 al 5 novembre.

siervoslum1

Durante il fine settimana dal 3 al 5 novembre noi Servi abbiamo tenuto un incontro con i ragazzi di Lumezzane presso il Santuario della Madonna del Visello (Preseglie, Brescia). Il sabato sembrava dovesse piovere, ma grazie a Dio la Madonna ha avuto misericordia di noi e il tempo è stato bellissimo!

All´inizio, il venerdì, eravamo 13 in totale: 4 Servi e 9 ragazzi. Dopo la cena tutti siamo andati a letto per caricare le pile per il giorno successivo. Ci fu un silenzio assoluto fino al mattino...

Il sabato ci siamo svegliati al rumore di proiettili. Sembrava che sparassero proprio lì vicino alla porta. Carlo, un ragazzo molto sveglio, ci spiegò che non c'era pericolo: i cacciatori sono bravi e usano proiettili che si disperdono. Meno male! Dopo la colazione e la Santa Messa c’è stata l´Adorazione per la quale abbiamo dovuto usare una pisside perché non c'era un ostensorio. Pablo Lobo, candidato dei Servi, ha guidato la meditazione mentre P. René confessava. Siccome non pioveva (grazie all’intercessione della Mamma!) siamo usciti per fare un’escursione e pregare il rosario mentre camminavamo. Poi abbiamo fatto una visita alla Chiesa di Preseglie (grande come una cattedrale), dove si trova una statua dedicata alla Dormizione della Madonna, con attorno i dodici Apostoli.

Così, con il Signore e la Madonna al centro, siamo arrivati al campo da calcio. Ma c´era un piccolo problema: dovevamo trovare un pallone! Ecco che di nuovo ci è venuta incontro la Madonna attraverso una signora del paese che si è recata alla casa di un ragazzo che molto gentilmente ci ha lasciato il suo pallone! Non so per quanto tempo Fra Nicolás si sia rallegrato di averlo recuperato, perché poco tempo dopo aver iniziato la vivace partita di calcio ha ricevuto in testa una pallonata tirata come un proiettile, ma è sopravvissuto! Meno male!

siervoslum2

A pranzo 10 ragazzi hanno mangiato la pasta che era per 15 persone. Mamma mia, quanto mangiano i ragazzi! Altri due sono arrivati un po’ più tardi, perché stavano pregando la Liturgia delle Ore, ma fortunatamente hanno trovato ancora qualcosa da mangiare!

Dopo pranzo sono arrivati altri ragazzi. Eravamo circa una ventina. Allora ci siamo divisi in due squadre, i piccoli e i più grandi. Nel pomeriggio i piccoli hanno fatto un’escursione imprevista alla ricerca di un pallone con Fra William (ricevendo un’ulteriore visita della Madonna perché ne è saltato fuori un altro), mentre i ragazzi più grandi hanno tenuto una riunione con Fra Nicolás su un libro che si usa Roma per insegnare ai bambini l’ideologia del "gender". Dopo aver giocato a rugby e a bandiera americana, quando si è fatto buio abbiamo giocato a un gioco classico, lo "slender": due ragazzi camminano con una candela accesa mentre cercano quattro persone che si nascondono per spaventarli. Se queste riescono a spaventarli prima di essere chiamati per nome non sono eliminati. È un classico! Ai ragazzi piace un sacco!

sierovslum4

Alla fine abbiamo mangiato il piatto bresciano per antonomasia: lo spiedo. E come se questo non bastasse, Don Francesco, il parroco di S. Apollonio, dove molti dei ragazzi servono come chierichetti, è venuto per raccontarci la sua testimonianza. È stato veramente bello! Molti dei ragazzi gli facevano delle domande, in particolare sulle difficoltà che si trovano sulla strada della vocazione sacerdotale. Egli ci ha incoraggiato a non avere paura e ad affidarci alla Madonna e ai santi, come il Beato Paolo VI, nato a pochi chilometri da Lumezzane. Con questi bei pensieri abbiamo poi terminato cantando la Salve Regina alla Madonna.

La domenica mattina, dopo la colazione e la preghiera, Fra Nicolás ci ha parlato della vita di Victor Frankl, uno psicologo che è sopravvissuto ai lager nazisti durante la 2ª Guerra Mondiale. Poi c’è stata la Santa Messa, cui hanno partecipato anche i genitori, e, dopo aver ben pulito tutto il luogo dove abbiamo tenuto l´incontro, abbiamo mangiato tutti insieme e abbiamo fatto una foto di gruppo.

La Madonna è stata grande con noi e siamo contenti! La nostra Regina del Carmelo, Regina e Madre nostra, ha benedetto il nostro incontro!

Suor Clare

Hermana Clare

«Lì c’è l’angelo a cui vogliamo tanto bene»

Stacy Larmoyeux (Jacksonville, Stati Uniti): Ciò che mi piaceva di più di Sr. Clare erano il suo sorriso e la sua capacità di rendere felici tutti coloro che la circondavano.

Reti sociali

Cerca

Choose Language