Menu
Categoria: Dicembre

cisne larga

Pellegrinaggio con i ragazzi alla Madonna del Cisne a Loja (Ecuador), 27 dicembre 2017.

cisne1Per festeggiare l'anniversario della fondazione del ramo maschile del Focolare della Madre della gioventù (27 dicembre 1983), noi Servi delle comunità di Guayaquil e del Manabí, con undici giovani, siamo andati in pellegrinaggio alla Madonna del Cisne, a Loja, per ringraziare Dio e per chiederGli di donarci la fedeltà per essere veri “doni che il Signore vuole fare a Sua Madre”.

Era la prima volta che andavamo in pellegrinaggio alla Madonna del Cisne. Martedì 26 dicembre siamo partiti in pullman verso le 22. Per approfittare meglio della giornata abbiamo dormito come potevamo durante il viaggio di otto ore. Siamo arrivati a Loja alle 6.30 di mattina e abbiamo subito fatto colazione. La prima cosa che abbiamo visitato è stata la chiesa di San Domenico di Guzman e quindi la Cattedrale. Nella cattedrale ci ha impressionato un crocifisso, che mostrava il corpo del Signore pieno di ferite per la flagellazione, e la pala d’altare tutta dorata con la Madonna al centro. All’ingresso era presente un enorme presepe pieno di scene del Vangelo. Lì abbiamo celebrato la messa e F.llo Joe Bloomer ha tenuto l’omelia della festa di San Giovanni Evangelista.

cisne2

Dopo aver fatto la spesa, il Signore ha messo alla prova la nostra pazienza nel cercare un autobus per andare al Seminario dove ci saremmo fermati a dormire. Alla fine siamo dovuti andare in taxi, però dopo il “Calvario” è arrivata la “Resurrezione” in Seminario. Lì ci hanno accolto il rettore del seminario, P. Jaime, e la cuoca con molta generosità e gentilezza. Il seminario era situato in un campo circondato da montagne verdi molto belle; ai Servi sembrava di essere a Barcenilla (Cantabria, Spagna).

Affamati, dopo aver camminato tanto, abbiamo mangiato nella sala da pranzo. Nel pomeriggio abbiamo giocato a calcio, approfittando del grande prato che avevamo, anche se stava cominciando a piovere. Più tardi siamo entrati in un campo per giocare a basket. Dopo aver fatto un po' di sport abbiamo pregato il rosario intorno al presepe con dei canti. È stato uno dei momenti più belli del pellegrinaggio, pregando come in famiglia, con devozione e allegria.

Dopo la cena abbiamo tenuto una riunione sul Focolare della Madre della Gioventù e sulla sua storia. Alcuni ragazzi hanno condiviso le loro esperienze su come il Focolare li ha aiutati nella loro vita spirituale. Abbiamo letto alcuni paragrafi della testimonianza di P. Félix, spiegando come lui e alcuni giovani, sulla tomba di S. Pietro a Roma, avevano iniziato il gruppo del Focolare della Madre della Gioventù assumendo i loro primi impegni. Ci siamo resi conto della grande responsabilità e del privilegio di essere chiamati a far parte del Focolare e dell'importanza di essere fedeli agli impegni per poter dar frutto, come abbiamo visto dall'esempio di P. Félix.

cisne3Il giorno dopo ci siamo svegliati presto per andare a prendere l'autobus per arrivare alla Madonna del Cisne, che è a un'ora e mezza da Loja. Non appena siamo arrivati alla basilica abbiamo potuto ammirare la bellezza della basilica da dentro e da fuori. Abbiamo avuto la Santa Messa con vari sacerdoti provenienti da diverse nazioni del mondo, e la chiesa era piena di gente. Dopo la Messa i Padri si sono fermati a confessare un uomo che non si confessava dalla sua prima comunione. Dopo aver pranzato lì, siamo tornati al seminario.

Il cielo era limpidissimo, quindi abbiamo approfittato per fare una super-partita di calcio: Manabí contro Guayaquil. Poi abbiamo pregato il rosario con canti e quindi abbiamo cenato. Quell'ultima notte abbiamo giocato a un gioco che si chiamava “famiglia” e ci siamo divertiti tantissimo. Dopo il gioco siamo andati alla stazione per tornare a Guayaquil, siamo partiti la notte per arrivare la mattina.

Grazie a Dio l'ambiente è stato molto allegro e si è creata una buona unità tra i ragazzi. Speriamo che ciò che abbiamo ricevuto durante questo pellegrinaggio possa crescere sempre di più e dare frutto.

Vedi album fotografico



 

Suor Clare

Hermana Clare

Storia di una confessione ben fatta

Mi dispiace, Gesù. Non lo farò più.

Reti sociali

Cerca

Choose Language