Menu
Categoria: Gennaio

ipromise larga

Incontro per ragazze a Brignano Gera d’Adda (Italia), dal 5 al 6 gennaio 2018.

navidadcelebrar1Il Signore disse ad Abramo: “Vattene dalla tua terra... verso la terra che Io ti indicherò.”. Il Signore ha detto a noi, assieme ad alcune ragazze di Lumezzane: “Vattene da Lumezzane, verso un altro paese dove Io ti aspetterò”. Quest’altro paese era Brignano Gera d’Adda dove il 5 e il 6 gennaio abbiamo tenuto un incontro con ragazze dai 15 anni in su con tema “I promise” (Io prometto).

L’incontro è iniziato il 5 mattina a Lumezzane con la Messa, dopo la quale ci siamo messe in cammino verso la nostra destinazione. Siamo arrivate a Brignano, e, dopo aver salutato il Signore della casa in cappella e le Suore della comunità di Brignano, e dopo esserci sistemate un po’, abbiamo tenuto la prima riunione che è stata un’introduzione al tema dell’incontro. Partendo dalla frase del Vangelo che dice: “Il cielo e la terra passeranno, ma le Mie parole non passeranno” (Mt 24, 35), abbiamo visto, aiutate da altri passi del Nuovo Testamento, alcune delle promesse che il Signore ci ha fatto e come Dio sia fedele alla Sua promessa. Ci hanno soprattutto impressionato le promesse riferite alla vita eterna, per coloro che sono fedeli a Dio e perseverano, e anche la frase “i vostri nomi sono scritti nei cieli". Abbiamo riflettuto su come il mondo ci può promettere molte cose, ma solo Dio promette cose realmente grandi e solo Dio è fedele alla Sua promessa. Pensare alle promesse di Dio e alla Sua fedeltà ci ha fatto mettere a fuoco che cosa noi dobbiamo promettere a Dio, quale deve essere la nostra risposta, e renderci conto che da soli non possiamo niente, ma con Lui tutto è possibile.

navidadcelebrar2

Conclusa l’introduzione, siamo passate in cappella per la recita dell’Angelus ed è arrivata l’ora del pranzo. Dopo aver ricaricato le nostre pile con un buon piatto di pasta, siamo andate al Santuario della “Madonna dei campi” pregando il rosario lungo il tragitto. Una volta arrivate lì, abbiamo fatto dei canti alla Madonna, e abbiamo avuto un momento di preghiera nel quale ci è stato proposto di pensare alla Vergine Maria come la “Madre della Promessa”, “Promessa” con “P” maiuscola, perché Ella è la Madre di Gesù, che è il Salvatore Promesso. Nella nostra preghiera abbiamo chiesto alla Madonna che ci aiuti a renderci conto della grandezza di ciò che Dio ci promette se siamo fedeli, e ci dia la forza per dire il nostro “sì”, il nostro “fiat”.

Ormai di ritorno a casa era l’ora del film. Abbiamo visto un classico: “Un uomo per tutte le stagioni”, film sulla vita di S. Tommaso Moro. In esso abbiamo potuto vedere un uomo che valutava la fedeltà e la lealtà di Dio al di sopra dell’umano. Abbiamo riflettuto su come l’uomo da solo sia molto debole, ma abbiamo visto come in questo santo la forza di Dio vince la debolezza umana.

Ed è arrivata l’ora della cena. Ma con cosa abbiamo cenato? Ci è toccato preparare la cena e abbiamo fatto delle pizze buonissime tirando fuori il meglio dei nostri talenti culinari. Dopo cena e dopo un tempo per stare assieme, siamo passate in cappella per un’ultima riflessione sul giorno vissuto assieme, su ciò di cui avevamo parlato e riflettuto, abbiamo cantato una Salve Regina alla Madonna e poi siamo andate a dormire per prepararci al giorno dopo.

Il 6 gennaio, Epifania del Signore, ci siamo alzate e abbiamo trovato che durante la notte erano arrivati i Re Magi a lasciarci qualche regalo. Dopo la colazione, in macchina siamo andate al Santuario di Caravaggio – Santa Maria del Fonte. Siamo state a Messa nel Santuario, e poi abbiamo approfittato per la confessione e per un momento di preghiera davanti alla statua della Madonna. Abbiamo visto il Presepe e siamo scese alla fonte dove era apparsa la Vergine Maria. È sempre una grazia visitare dei luoghi di apparizioni e stare un po’ con nostra Madre. Bisognava tornare a casa per il pranzo, poi c’è stato un po’ di tempo per cantare, per stare assieme, per sistemare un po’ le nostre cose. Alle tre ci siamo unite alla Parrocchia per un Presepe vivente organizzato dal parroco e dalle suore della comunità di Brignano. Tutte abbiamo goduto moltissimo ascoltando e vedendo di nuovo la storia e il mistero che avevamo contemplato durante il Natale, interpretato davanti ai nostri occhi e accompagnato da canzoni. Non poteva mancare una tazza di cioccolata calda, alla fine dell’evento, nell’oratorio di Brignano. In macchina, di ritorno a Lumezzane, abbiamo potuto fare un approfondimento sulle grazie ricevute, e su tutto ciò che avevamo imparato durante il nostro incontro.

Vedi album fotografico



 

Suor Clare

Hermana Clare

Identificati con Suor Clare

Ceci Paredón (Messico): Vi ringrazio enormemente per averci permesso di conoscere Suor Clare e lasciarci contagiare e ispirare con la sua testimonianza.

Reti sociali

Cerca

Choose Language

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok