Menu
Categoria: Marzo

largaguayabien

Campi estivi per ragazze a Guayaquil (Ecuador), marzo 2018.

guayaspeq1

Quest'anno abbiamo avuto la grazia di poter realizzare due campi estivi per ragazze a Guayaquil. Hanno avuto luogo sulle sponde del Pacifico, in un bel luogo, dove abbiamo potuto contemplare il volo dei pellicani, le corse dei granchi, le sule, le stelle marine, e di tanto in tanto abbiamo potuto vedere i pescatori spingere le loro barche e trascinare le reti, un'immagine che evocava scene del Vangelo.

Il primo gruppo era di circa 115 ragazze, e il secondo di circa140. Sia l'uno sia l'altro, anche se diversi, sono stati molto positivi. Ci sono state conversioni impressionanti tra le ragazze. Come sempre, sapevamo che nostra Madre avrebbe guidato i campi e si sarebbe occupata di tutto, e così è stato.

Il motto di quest'anno è stato: "Dire di sì al Signore che parla", e i santi protettori erano i pastorelli di Fatima. Pertanto tutto era basato intorno a questo slogan che ha aiutato molto le ragazze e ha toccato i loro cuori. Abbiamo parlato della spiritualità e del messaggio di Fatima. Dopo aver presentato la storia di ogni pastorello, abbiamo aggiunto anche altri santi come modelli per le ragazze: Pier Giorgio Frassati, San Domenico Savio, e non poteva mancare suor Clare che, come l'anno scorso, è stata un modello per le ragazze, e alcune di loro che l'avevano conosciuta hanno potuto dare la propria testimonianza su di lei. Abbiamo avuto anche il privilegio di poter vedere il film su questa suora, ed è stato uno dei momenti più intensi di tutto il campo. Quanto ci ha aiutato!

guayaspeq2ok

Le ragazze si sono divertite molto a giocare, fare sport, cantare, ballare, correre ... ma ciò che ha fatto sì che potessero esserci dei cambiamenti interiori è stato metterle davanti a Gesù Eucaristia, in contatto con nostra Madre, spingendole ad acquisire virtù che magari non avevano mai praticato. Ci sono stati momenti, molto semplici, in cui la presenza materna della Vergine era evidente in modo palpabile. Ad esempio, abbiamo fatto un grande gioco su Fatima in cui le ragazze, dopo diverse prove, dovevano trovare la corona della Vergine e incoronarla. È stata un'esplosione di gioia vedere tutte le ragazze cantare attorno a quell'immagine di carta!

Abbiamo visitato il Santuario di Olón, un santuario a forma di barca costruito sulle rocce dal quale si può contemplare l'immenso oceano. Lì è conservata un'immagine della Vergine che anni fa aveva pianto sangue. Abbiamo potuto pregare un po' e chiedere alla Vergine perché aveva pianto. L'esperienza di una ragazza lì è stata sperimentare che nostra Madre la guardava nel suo cuore. Non aveva mai provato una simile esperienza.

guayaspeq3

Abbiamo fatto anche una camminata a piedi attraverso il fiume, entrando nella foresta pluviale, ascoltando le cicale, divertendoci con le scimmie che ci guardavano con un viso più perplesso del nostro... le ragazze erano stanche, facevano loro male persino le sopracciglia, ma tutte sono tornate soddisfatte dello sforzo compiuto. Alcune non credevano di farcela.

Un altro giorno abbiamo costruito un gigantesco rosario missionario con i palloncini che le ragazze hanno poi portato in mare. Lo stavamo pregando in cinque lingue: portoghese, francese, italiano, inglese, spagnolo ... e nostra Madre era di nuovo presente.

Forse, se dovessimo riassumere come sono andati questi campi, potremmo dire che nostra Madre è stata con noi sempre e ne siamo felici. Rendiamo grazie a Dio per tutto!

Vedi album fotografico



Suor Clare

Hermana Clare

Sentivo il cuore ardermi dentro

Suor Virginio Mwasu (Tanzania): Spero che, dopo aver visto questo documentario, possa iniziare ad essere una persona diversa.

Reti sociali

Cerca

Choose Language