Menu

Rivista H.M.La Rivista H.M. è una pubblicazione bimestrale in cui troverai tutto ciò che stavi cercando: Interviste, iniziative, testimonianze, formazione, notizie, Papa Francesco, vita...

Di Sr. Beatriz Liaño, SHM

mamie1

"Ti chiediamo l’aiuto delle tue preghiere, visto che ti assicuro che spesso ne ho bisogno." (Mamie a sua sorella suora)

"Il Signore preparava il Suo momento e preparava il Suo strumento"

mamie

 

mamie1Di Sr. Beatriz Liaño, SHM

Lo scorso 19 maggio 2016 è deceduta Josephine Rossi, una cara e fedele amica di Mamie e di tutto il Focolare della Madre. In Spagna si celebrava la festa di Gesù Cristo, Sommo ed Eterno Sacerdote. E in questa sezione della Rivista HM, attraverso la quale stiamo conoscendo la vita di Mamie, dobbiamo aprire una piccola parentesi per parlare di lei, anche se presuppone fare un salto in avanti nella vita di Mamie, ma Josephine lo merita.

Condivise il dolore di molte madri e di molte mogli che avevano perso in guerra il marito, il figlio, il padre…

mamie

Di Sr. Beatriz Liaño, S.H.M.

Sarebbe necessario dedicare un numero monografico estesissimo per parlare dei rapporti di Mamie con la Vergine Santissima, che ella chiamava sempre “Nostra Madre”. Io mi limiterò a fare alcune osservazioni sul rapporto mantenuto da Mamie con la Vergine sotto il titolo di Nostra Signora di Lourdes.

Dire Lourdes è come dire guarigione di Mamie nella piscina. Dire Lourdes è parlare di una storia di generosità che parte dalla Vergine Santissima verso Mamie e da Mamie, come risposta, alla SS. Vergine.

Durante la lunga malattia di Mamie, sopportata con pazienza e con una capacità di soffrire poco comune, si generò in lei un cammino di avvicinamento a Dio attraverso la Santissima Vergine Maria. Questo cammino conobbe numerose tappe; venne percorso passo passo nella solitudine del cuore e nella solitudine fisica vissuta dopo l’operazione che la portò all’invalidità.

Di D. Rafael Alonso Reymundo

Mamie possedeva una delicatezza speciale nel trattare con i giovani. Il suo saper fare e stare loro vicino non serviva se non per prendere decisioni che fossero coerenti.
La sua opera era piuttosto orientare, sostenere, animare, comprendere, stare al loro fianco, seguirli nei loro problemi ed ascoltarli, soprattutto ascoltarli. Sapeva rispettare la loro libertà. Ma non smetteva di dare consigli pertinenti quando ne vedeva la possibilità per l’apertura di cuore del giovane.

La sua condizione di donna anziana e malata, la sua simpatia naturale, il suo esempio semplice e costante di donazione nelle mani di Dio per fare sempre e in tutto la Sua volontà, erano condizioni positive per attrarre la fiducia. Non aveva nulla a che vedere con quel concentrato di egoismo o quell’apparente virtù inacidita che spaventa più che attrarre. Era gioiosa fino al punto di condividere le risate e partecipare ai giochi dei giovani.

Di D. Rafael Alonso

Mamie nacque il 12 luglio 1908 e morì il 4 agosto 1994. In questo intervallo di tempo che costituì la sua vita terrena, furono vari i Papi che governarono la Chiesa: San Pio X, Benedetto XV, Pio XI, Pio XII, Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II.

La sua formazione catechistica incolore, per non dire assente, le impedì di apprezzare per molto tempo la figura del Santo Padre. Anzi, come tanti battezzati che non vivono la loro fede, per colpevolezza o per ignoranza (quest’ultimo era il caso di Mamie), considerava la gerarchia della Chiesa come una sovrastruttura di potere, di dominio o più benignamente di amministrazione.

Di D. Rafael Alonso

Mamie aveva sempre sognato di formare una famiglia con molti figli. Almeno dodici. Valorizzava la vita. Ella faceva parte di una famiglia di quattro membri più la nonna: sua madre, suo padre, sua sorella e lei. Sapeva bene come era la vita in una famiglia piccola. Ebbene, nell’ora di progettare il suo matrimonio e la formazione della sua famiglia, la voleva più estesa. Il suo cuore era così grande che non le bastava il marito e uno o due figli.

Tuttavia Dio non le permise di avere quella famiglia. Sposata molto presto con Francois Treuttens, nel corso della seconda gravidanza, quando aveva già la figlia Simona, soffrì per la terribile scoperta che si trattava di una gravidanza extrauterina. Di conseguenza era impossibile portarla a termine, e dovette sottoporsi alla conseguente operazione, che le rese impossibile avere altri figli, e portò altre conseguenze di non poco conto.

Di D. Rafael Alonso

Ricordo Mamie seduta nella sua poltrona a pregare. Pregava sempre. Persino qua,ndo doveva svolgere altre faccende, si notava che la sua anima stava unita a Dio, attaccata a Lui. Non si separava neanche un istante.

L’Apostolato degli Ammalati aveva pubblicato un’immaginetta con una preghiera che ella trovava bellissima. Il titolo era: “Preghiera per percorrere l’ultimo tratto della vita”, o qualcosa del genere.

Di D. Rafael Alonso

Il 25 gennaio 2006 Sua Santità il Papa Benedetto XVI ha fatto alla Chiesa il dono della sua prima enciclica: Deus Caritas Est. In essa il Papa ci parla di ciò che è propriamente l’amore cristiano come agape, comunione, che diventa servizio e donazione disinteressata.

Se volessimo individuare la virtù caratteristica di Mamie, potremmo dire che si distinse in particolare proprio nella sua capacità di amare.

Suor Clare

Hermana Clare

Mai dimenticare tutto ciò che hanno sofferto per me.

Non so spiegare la gioia e il desiderio entusiasta che ho di soffrire per il Signore. Tutto mi sembra poco.

Reti sociali

Cerca

Choose Language